Coronavirus, la Juventus studia una protezione speciale per Sarri

Coronavirus, la Juventus studia una protezione speciale per Sarri

La polmonite della scorsa estate e l’ingente numero di sigarette fumate mettono a rischio Sarri.

di Redazione ITASportPress

Il Coronavirus ha toccato anche il mondo Juventus. Dopo il caso della positività di Rugani (e della compagna), anche Blaise Matuidi è risultato positivo al virus. Entrambi i giocatori sono asintomatici e stanno bene e il resto della squadra, compreso lo staff è andato in auto-isolamento.

SARRI – Tra questi anche Sarri, monitorato speciale proprio dal club bianconero. L’allenatore toscano la scorsa estate ha sofferto di una pesante polmonite e il vizio del fumo lo porta a fumare circa 60 sigarette al giorno. Secondo quanto riportato dal DailyMail, il club bianconero starebbe monitorando molto da vicino il suo stato di salute. Anche l’ex allenatore del Napoli si è sottoposto al tampone che per ora ha dato esito negativo. Si attendono però i risultati del secondo test.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy