Crotone, Zenga: “Buffon? Io avrei fatto di peggio. La nostra idea di gioco non cambierà”

Crotone, Zenga: “Buffon? Io avrei fatto di peggio. La nostra idea di gioco non cambierà”

Il tecnico della squadra calabrese: “Noi abbiamo qualche punto in più rispetto all’anno scorso ma la situazione è più complicata. Faremo la nostra partita per cercare di ottenere un mattoncino importante per la salvezza”

di Redazione ITASportPress

Dimenticare la sconfitta contro il Genoa e cercare di raccogliere punti per la salvezza: questo è l’obiettivo del Crotone. Ma dovrà farlo contro la Juventus, che comanda la classifica del campionato di Serie A e che vuole arrivare allo scontro diretto con il Napoli con il + 6 in classifica sui partenopei. Di certo non è una sfida facile per i calabresi che, però, non partono battuti. Walter Zenga, tecnico della compagine rossoblu, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match con i bianconeri: “E’ una partita difficile, contro una squadra che dà tre gol e tutti ultimamente e che è in grande salute. Ci vorrà un Crotone attento. La nostra idea di gioco non cambia, abbiamo la nostra identità e la manteniamo contro tutti. Tutti gli avversari meritano la massima attenzione, tutte le partite sono complicate e gli allenatori sono tutti bravi. Io e Allegri ci conosciamo da una vita, avendo giocato insieme a Padova. Quello che ha fatto lui in questi anni è straordinario. Le vittorie della Juve non sono arrivate per caso, ma perché è una società seria, che programma, ha uno stadio di proprietà. Ha una squadra di qualità e un allenatore di livello, tutti vengono messi nelle condizioni di esprimersi al massimo. I risultati che ha ottenuto la Juventus non sono casuali”.

SALVEZZA – “Un punto fa sempre la differenza. La SPAL ha conquistato un punto con Inter, Fiorentina e Juve e sta costruendo la salvezza mattoncino dopo mattoncino. Noi abbiamo qualche punto in più rispetto all’anno scorso ma la situazione è più complicata. Faremo la nostra partita per cercare di ottenere un mattoncino importante per la salvezza. A Genova meritavamo il pareggio, abbiamo sviluppato un gran gioco soprattutto nel secondo tempo”.

INFORTUNI – “Budimir si è infortunato nel momento in cui era tornato ai suoi livelli; abbiamo perso Nalini che stava andando a 3000 ed è calato anche Ricci; avevamo problemi a centrocampo e Rohden si è fermato per la pubalgia; Izco cerca di rientrare e si infortuna ogni tre allenamenti. Ma non ho parlato di queste cose perché non voglio che si dica che io cerchi alibi”.

BUFFON – “Al posto di Buffon, sfiderei chiunque a rimanere calmo e lucido. Io avrei fatto di peggio. Vivo come lui le cose, con grande passione, e si può reagire in modo sbagliato. Tutti da fuori sono bravi a giudicare”.

Real Madrid-Juventus, Buffon: “Un crimine contro l’umanità sportiva”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy