Crotone, Zenga: “Cagliari? Preparo la partita su noi stessi. Sulla lotta salvezza…”

“Abbiamo portato la rosa dei titolari a un numero interessante: ora abbiamo 16-17 calciatori che se la giocano con tutti”

di Redazione ITASportPress

Walter Zenga, allenatore del Crotone, ha parlato così  in conferenza stampa in vista della sfida casalinga di campionato in programma domenica alle 15 contro il Cagliari: “Crotone rimaneggiato? E’ una parola che non voglio neanche sentire. Questo è il modo migliore per perdere una partita. Mi sembra tra l’altro che il Crotone non abbia mai vinto col Cagliari in Serie A. Già questi fattori potrebbero bastare a spiegare le difficoltà della partita che andiamo ad affrontare. L’importante è che i miei giocatori capiscano che in campo la prestazione deve sempre essere inseguita, perché i risultati arrivano solo grazie alle prestazioni. La formazione non la dico per un senso di rispetto per i ragazzi, prima voglio dirla a loro. Il Cagliari? Io penso sempre alla mia squadra: analizzo l’avversario, certo, ma preparo la partita su me stesso. Dobbiamo essere pronti ad avere l’attitudine ad affrontare qualsiasi situazione. Mercato? Ho chiesto dei giocatori utili e pronti ad entrare immediatamente nel nostro sistema di gioco. Giochiamo col 4-3-3 e avevo dunque bisogno di determinate caratteristiche e movimenti. Ho anche rifiutato gli stranieri, ma solo perché chi è già in Italia ha un enorme vantaggio rispetto a chi arriva. Inoltre abbiamo portato la rosa dei titolari a un numero interessante: ora abbiamo 16-17 calciatori che se la giocano con tutti. Ad esempio Benali è uno che da sei anni è in Italia, non ha problemi di lingua e di inserimento. Se alla fine la società ha in mente di mettere a disposizione un giovane o un potenziale crack, è il benvenuto. Lotta salvezza? Anche il Benevento per me è dentro, mancano tantissimi punti, può succedere di tutto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy