Crotone, Zenga: “Qui come a Catania. Vorrei giocare io contro la Roma. Monchi da studiare”

Crotone, Zenga: “Qui come a Catania. Vorrei giocare io contro la Roma. Monchi da studiare”

Le parole dell’allenatore del Crotone in vista del match contro i giallorossi

di Redazione ITASportPress

Conferenza stampa in vista della gara di domenica contro la Roma per l’allenatore del Crotone, Walter Zenga. Il tecnico parla delle insidie della sfida dopo il match vinto contro la Sampdoria, domenica 11 marzo allo Scida: “Crotone-Roma? Vorrei giocarla anche io questa partita, perché giocare contro squadre del genere è sempre una gran bella esperienza”.

Una gara difficile, nella quale serviranno “determinazione, coraggio e cattiveria, senza dimenticarsi di giocare al calcio. Dovremo giocare la partita in maniera semplice, con grande serenità e ponendo attenzione alle nostre qualità, rispettando l’avversario ma facendo sparire dalla mente il timore reverenziale”.

ROMA – “Affrontiamo una squadra che è nelle prime otto in Europa e sono felicissimo che abbia passato il turno in Champions. Ho letto con molto interesse l’intervista di Monchi, che secondo me è un uomo da studiare perché ha un modo di pensare e una visione del calcio molto particolare. Ha ragione, le squadre non possono permettersi cali di concentrazione”. E poi in panchina c’è Di Francesco, “un allenatore che stimo molto e che seguo da quando era al Sassuolo”.

Per il resto “io mi baso sulle risposte che i miei mi danno in allenamento. Non penso che se c’è Kolarov, allora Ricci non va bene; penso al modo in cui Ricci può mettere in difficoltà Kolarov”.

FORMAZIONE – Per Zenga domenica saranno 100 giorni sulla panchina del Crotone: “Considerando che alla Sampdoria e al Wolverhampton non ci sono riuscito – dice ridendo – mi sembra un ottimo risultato. Ho detto subito che qui sentivo la stessa atmosfera di Catania. E ho trovato un gruppo di ragazzi eccezionali, molto compatto, molto disponibile. Sono cento giorni trascorsi serenamente e anche felicemente”.

Per domenica non saranno disponibili Simic e Izco, oltre a Budimir appena operato al piede, ed è in dubbio anche Rohden. In ogni caso risulta difficile pensare ad una “rivoluzione” nella squadra che ha appena battuto così nettamente la Samp.

CROTONE (4-3-3): Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella; Benali, Mandragora, Stoian; Ricci, Trotta, Nalini.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy