Fattore campo inesistente a causa del Covid: in Serie A non conta più giocare in casa

Fino ad oggi 62 vittorie per chi gioca in casa e altrettante per chi gioca in trasferta

di Redazione ITASportPress

In Serie A non esiste più il fattore campo, ovvero quel vantaggio di poter giocare in casa, nel proprio stadio, le partite. Il motivo? L’assenza dei tifosi.

Questo il dato che emerge da un’analisi di calciomercato.com che sottolinea come a causa del coronavirus e dell’assenza di pubblico, giocare in casa o in trasferta, di fatto, non fa differenza. Come viene sottolineato, infatti, il Covid-19 ha tolto anche questa caratteristica nelle partite del massimo campionato nostrano.

Fino ad oggi si sono giocate 168 partite, mentre solo due sono state rinviate: Juventus-Napoli e Udinese-Atalanta, quest’ultima per cause legate al maltempo. In totale sono state 44 le sfide terminate in pareggio e le restanti 124, beh, vedono 62 vittorie per la squadra “di casa” e altrettante per quella “in trasferta”. Le virgolette, visti i risultati, sono d’obbligo. Il fattore campo non esiste più.

Juventus Allianz Stadium
Juventus Allianz Stadium (getty images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy