Festa Genoa: batte il Verona e si salva. Lecce in B, cade il Sassuolo

Tutti i risultati della serata di Serie A

di Redazione ITASportPress

Ultima giornata, ultimi 90 minuti di emozioni. In palio la salvezza contesa da Genoa e Lecce, impegnati contro rispettivamente Hellas Verona e Parma. Alla fine è il Grifone a spuntarla, vincendo il match contro gli scaligeri, mentre i salentini cadono in casa e tornano in Serie B dopo una sola stagione. Cade il Sassuolo in casa contro un’ottima Udinese che conclude bene il campionato. Pari tra Bologna e Torino.

GENOA-VERONA

Dentro o fuori per il Grifone che ritrova gli ex Juric e Veloso sulla loro strada. La partenza dei rossoblu, però, non è da squadra impaurita. Al 13′ Sanabria fa 1-0 con un gran inserimento su cross di Masiello. Il Genoa è ispirato e al 26′ raddoppia ancora con Sanabria, perfettamente servito da Pandev. Sul finire di primo tempo ecco la rete di Romero che mette il risultato sul 3-0 con un perfetto colpo di testa. Lo stesso Romero viene espulso nella ripresa per somma di ammonizioni. Il Verona si fa vedere con Veloso e Salcedo. Nel recupero espulsi Amrabat e Cassata. Non cambia il risultato finale: 3-0 per il Genoa che si salva.

LECCE-PARMA

Per il Lecce è la partita della vita: bisogna vincere e sperare in un passo falso del Genoa. Le cose si mettono subito male per la squadra di Liverani che regala il vantaggio al Parma con l’autogol di Lucioni. Caprari e Kulusevski sfiorano il raddoppio, ma Gabriel è attento. Lo stesso Caprari fissa il risultato sul 2-0 grazie all’assist di Hernani. La gara sembra chiusa, ma Barak la riapre sul finire di primo tempo, complice una dormita collettiva del Parma su assist di Mancosu. In pieno recupero ecco il pari firmato da Meccariello con un perfetto inserimento. Nella ripresa il Parma torna in vantaggio con Cornelius che in spaccata fa 3-2. Poco dopo ecco il poker firmato da Inglese. Sembra ancora una volta concluso il match, ma Lapadula riapre subito l’incontro e rimette il Lecce in corsa. Non basta per ottenere la salvezza. Finisce 4-3.

BOLOGNA-TORINO

Dopo il disastro di Firenze, il Bologna è chiamato al riscatto. Il Torino, dal canto suo, non intende recitare il ruolo di vittima sacrificale e tenta di sbloccare il risultato con Zaza, il cui colpo di testa finisce debolmente da Skorupski. Risponde Juwara con una conclusione non pericolosa. L’equilibrio si rompe al 18′: Juwara serve Soriano che pesca Svanberg. L’esterno del Bologna non si fa trovare impreparato e trafigge Rosati. Il Toro reagisce con Verdi che va al tiro per due volte, venendo rimpallato dall’ottimo Skorupski. Nella ripresa il Torino sembra giocare meglio: Verdi si fa vedere su punizione e poi Zaza pareggia al 66′ con una perfetta conclusione di destro. Finisce 1-1.

SASSUOLO-UDINESE

Il Sassuolo vuole concludere nel migliore dei modi un campionato straordinario. I neroverdi devono fare i conti con l’Udinese in cerca di riscatto dopo la sconfitta contro il Lecce. La partenza degli emiliani è positiva: Toljan e Caputo vanno al tiro, ma è decisivo Musso con due ottime parate. I friulani si fanno sotto e trovano una traversa clamorosa con Larsen. Traoré sfiora il vantaggio, trovando ancora la respinta di Musso. Nella ripresa Okaka porta in vantaggio l’Udinese con una zampata perfetta su assist di Lasagna. La reazione del Sassuolo si materializza con la traversa colpita da Berardi. Non cambia il risultato: vince l’Udinese 1-0.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy