Festa Inter: Atalanta battuta, è seconda. Immobile aggancia Higuain

Tutti i risultati della serata

di Redazione ITASportPress
Atalanta-Inter

A Bergamo lo spareggio per il secondo posto va all’Inter. La squadra di Conte si dimostra più cinica dell’Atalanta, che parte male e non riesce a riproporre la straordinaria rimonta già offerta in altre occasioni. I bergamaschi possono comunque festeggiare il terzo posto ottenuto grazie alla contemporanea sconfitta della Lazio sul campo del Napoli. Cade anche la Juventus in casa contro la Roma, quinta forza del campionato. Vince il Milan contro il Cagliari.

ATALANTA-INTER

La sfida tra nerazzurri premia lo spunto migliore dell’Inter. La formazione di Conte sblocca la gara al primo affondo dopo solamente un minuto di gioco: cross di Lautaro, Gollini esce a vuoto, scontrandosi con Gosens e D’Ambrosio insacca a porta vuota. Il portiere dei bergamaschi è costretto a uscire poco dopo per il dolore al ginocchio sinistro. Al 20′ arriva il raddoppio: Young finalizza una bella azione con un tiro di piatto da 25 metri. Nella ripresa emerge l’Atalanta, con Gomez che chiama alla parata Handanovic. Finisce 2-0 per l’Inter.

JUVENTUS-ROMA

La partenza è tutta favorevole ai padroni di casa: dopo 6 minuti la Juventus è già in vantaggio con Higuain, smarcato perfettamente da una sponda di testa di Rabiot sugli sviluppi di un corner. Il Pipita deve solamente appoggiare in rete. Sembra una gara in discesa per gli uomini di Sarri, ma la Roma reagisce e pareggia con un perfetto colpo di testa firmato da Kalinic. La Vecchia Signora si smarrisce e viene puntualmente punita nelle sue amnesie difensive. Danilo atterra Calafiori e Perotti realizza il rigore assegnato. Nella ripresa la Roma allunga. Zaniolo si esalta con una progressione devastante che spacca in due la difesa della Juventus e gli permette di servire Perotti. L’argentino cala il tris. La Roma vince a Torino per 3-1.

NAPOLI-LAZIO

La Lazio insegue il sogno di agguantare il secondo posto. Eppure dopo solamente 9 minuti è il Napoli a trovarsi in vantaggio con Fabian Ruiz. Il centrocampista spagnolo trova un tiro potente e preciso che piega le dita a Strakosha. Al 22′ arriva il pareggio laziale firmato da Immobile che con un tocco da pochi passi sigla la rete numero 36 ed eguaglia il record di marcature di Higuain nel 2016. Nella ripresa il Napoli torna in vantaggio con il rigore trasformato da Insigne. Correa colpisce il palo, ma nel finale è Politano a siglare il tris che chiude l’incontro con il 3-1 definitivo.

Ciro Immobile, Lazio (Getty Images)
MILAN-CAGLIARI

Il Milan vuole concludere nel miglior modo una stagione dai due volti. I rossoneri trovano in Klavan un aiuto insperato: il difensore del Cagliari è sfortunato e devia il pallone nella propria porta. I sardi rischiano il tracollo sul finire di primo tempo, ma Cragno para il rigore di Ibrahimovic. Lo svedese si prende la rivincita nella ripresa realizzando il gol del 2-0 con un missile imprendibile. Al 57′ il tris di Castillejo, servito perfettamente da Bonaventura. Stravince il Milan con il 3-0.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy