Fiorentina, Commisso: “Da giocatore ero come Gattuso. 6-0 col Napoli? Si volta pagina”

Le parole del presidente dei viola

di Redazione ITASportPress
Fiorentina Commisso

Dopo il 6-0 contro il Napoli, forse avrebbe voluto scendere in campo anche lui. Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso ha anche un passato da calciatore, anche se ai microfoni di DAZN preferisce mantenere un profilo basso e ci scherza su: “Ma quali consigli! Non so fare niente. Vengo qui a Firenze per soffrire. I ragazzi sapevano quello che dovevano fare oggi. Vlahovic ha imparato da me, non io da lui (ride ndr.). Da ragazzo non ero veloce e quindi giocavo stopper, mediano e anche centravanti. Ero un po’ Gattuso”. Tornando più serio, Commisso si sofferma sulla prestazione della sua squadra: “Abbiamo cambiato allenatore. Siamo arrivati allo stesso punto dell’anno scorso. Siamo al quattordicesimo posto. Dobbiamo lavorare come abbiamo fatto oggi. La squadra e il tecnico sono valida. Non posso dire molto, sono solo quello che caccia i soldi. I ragazzi erano carichi, sono stato con loro per tutta la settimana. Non mi piace criticare i miei giocatori. Se oggi si perdeva li avrei criticati, magari… L’ultima mia partita da giocatore l’ho persa 6-1. Quindi ho detto ai miei ragazzi che mentre io non avevo avuto l’opportunità di rifarmi, loro avrebbero potuto riscattarsi. Stadio? Sarà uno dei più grandi e belli d’Europa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy