Fiorentina, Iachini: “Non mi aspettavo di tornare. Ora conta il gruppo. Su Prandelli…”

Le parole del mister in conferenza

di Redazione ITASportPress
Iachini

Beppe Iachini riparte con la sua Fiorentina e lo farà nel “debutto bis” col Genoa nel match di domani in campionato. Il tecnico Viola ha presentato la sfida al Grifone commentando in parte anche la situazione dell’ambiente dopo l’addio di Cesare Prandelli.

Parla Iachini

Iachini
Iachini (Getty Images)

“Se mi aspettavo di tornare alla Fiorentina? No, non ci pensavo. Ma sono rimasto legato al gruppo, ai giocatori, alla società. Pensavo le cose potessero andare meglio, così non è stato ed è arrivata la chiamata della società. Come l’anno scorso non ho potuto dire di no, mi auguro di poter capire cosa non va per poter dare il mio contributo per risalire la classifica”, ha detto Iachini. “L’addio di Prandelli e le sue parole? C’è grande stima e amicizia. Ci conosciamo da anni e non me la sento di commentare un suo sfogo. Lui stesso ha chiesto a tutti di girare pagina e di lasciarlo tranquillo. È giusto rispettare la persona e andare avanti, pensando al lavoro”.

Passando al campo: “Vlahovic? L’anno scorso ha fatto 6-7 gol con me senza rigori. Quest’anno ne sta facendo di più e sta migliorando il suo score, anche con i rigori: ne sono felice. Vorrei ricordare che, quando a inizio stagione mi parlavano dell’arrivo di una punta, dicevo che Vlahovic fosse incedibile e che potesse far vedere grande cose”. “Detto questo, io voglio cercare col lavoro, con la partecipazione, di ritrovare tutti i ragazzi. Kouamé, Callejon: tutti quei giocatori d’attacco che hanno avuto meno fortuna in questo periodo. L’obiettivo è di avere la disponibilità e la partecipazione di tutto il gruppo. Sarà importante che tutti partecipino. Non conta più Iachini, Beppe, o Cesare. Non contano più i singoli, conta il gruppo”.

Sul Genoa: “Ballardini ha fatto un grande lavoro. Ha dato un’identità precisa alla squadra: ha avuto problemi di Covid all’inizio, ora ha un’identità. Ha qualità ed esperienza in tutti i reparti, davanti ha anche giovani interessanti. Ballardini ha saputo amalgamarla bene, la Fiorentina affronterà una partita difficile da affrontare con la mentalità giusta. Il Genoa ha ottime individualità, basta guardare il percorso fatto negli ultimi mesi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy