Genoa, Criscito: “Il cambio di allenatore un fallimento di tutti. Con Ballardini grande spirito. Sogno di diventare mister”

Parla il capitano del Grifone

di Redazione ITASportPress

Interessante intervista rilasciata da Domenico Mimmo Criscito a TMW. Il difensore e capitano del Genoa si è soffermato sulla stagione dei rossoblù che, da quando è arrivato mister Ballardini, hanno dato una vera svolta al loro campionato arrivando a quota 25 che vale, per il momento, una zona piuttosto tranquilla.

A tutto Criscito

Criscito (getty images)

“Siamo in un ottimo momento, è vero, ma non abbiamo ancora fatto nulla. Non dobbiamo mollare”, ha esordito Criscito sui recenti risultati del Genoa. “I nostri risultati sono dovuti a tutta la squadra non solo alla difesa. Sappiamo che si possono ottenere i risultati con il sacrificio di squadra. Siamo una squadra unita e lottiamo su ogni pallone e questa cosa è molto importante”. “Il cambio di mister? Ballardini ha portato la sua esperienza e ci credeva tanto. Quando c’è un cambio di allenatore va detto che è un fallimento di tutti, noi lo abbiamo capito. Ci siamo guardati in faccia perchè il Genoa non meritava quella posizione in classifica. E’ una squadra importante con un presidente serio che ha investito molto. E’ un club che ha una storia importante e merita questi risultati ma soprattutto che lottiamo su ogni pallone come vogliono i nostri tifosi”.

Uno sguardo al futuro, personale e di squadra: “Le prossime gare del Genoa contro Verona e Inter? Le affronteremo in modo serio. In Serie A le partite sono tutte difficili, poi ogni partita si può vincere. Certo, ci sono gare in cui si può partire svantaggiati, come per esempio a Milano, ma adesso dobbiamo ragionare partita per partita. Sabato ci sarà il Verona di Ivan Juric che sta facendo bene ed è in forma. Quindi non dobbiamo mai abbassare la guardia”.

A livello personale invece: “Per me il Genoa è il calcio. Ho trascorso sette anni in Russia e volevo tornare. Ora sono fiero di essere il capitano della mia squadra del cuore, perchè è così. Sono arrivato che ero ragazzino e prima dicevo che sarebbe stato un sogno raggiungere questo traguardo. Ora che lo sono posso dire che sono orgoglioso di questo”. “Io ammesso con Beherami al corso allenatori Uefa B? Adesso penso a giocare ma è uno step che prima o poi voglio fare. A me piace il calcio, non voglio fermarmi e sono contento di iniziare a studiare per fare l’allenatore. Mi piacerebbe avere questa possibilità“.

Criscito
Criscito (getty images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy