Genoa, Perin: “Se torniamo in campo possiamo dire la nostra. L’arma in più è il mister…”

Genoa, Perin: “Se torniamo in campo possiamo dire la nostra. L’arma in più è il mister…”

Il portiere del Grifone e il momento personale e del gruppo in relazione all’emergenza coronavirus

di Redazione ITASportPress

“Siamo talmente abituati a lavorare ogni giorno sul nostro corpo che se non lo facessimo ci sentiremo in difetto”, parola di Mattia Perin. Il portiere del Genoa ha parlato a Sky Sport del particolare momento che stanno affrontato i calciatori di Serie A ed in particolare lui e i suoi compagni rossoblù in questo periodo di emergenza per il coronavirus. Prima dello stop forzato, il Grifone era stato capace di infilare una serie di risultati utili consecutivi che stavano riportando in zone più sicure la squadra, impegnata nella lotta per non retrocedere.

RIPRESA – “Il nostro segreto? Abbiamo costruito un gruppo amalgamato che nelle difficoltà non si è mai sfaldato. Siamo sempre rimasti uniti. A gennaio siamo partiti con 11 punti, quando la maggior parte degli addetti ai lavori ci davano per sconfitti. Abbiamo tirato fuori il nostro carattere, siamo lì a lottare per la salvezza”, ha detto Perin che sulla  ripresa della Serie A ha commentato: “Il campionato, se dovesse riprendere, è ancora molto lungo ma noi abbiamo una grande consapevolezza di essere un bel gruppo, forte, formato da uomini veri, oltre che da giocatori importante. Il pezzo importante del puzzle è stato il mister che è stato veramente bravo, oltre a livello tecnico-tattico, a livello psicologico a tirare su dei giocatori. Diciamo che dopo il girone di andata, il carattere di molti era un po’ a terra”.

GENOA, IL PRESIDENTE PREZIOSI SULLA RIPRESA DEL CAMPIONATO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy