Genoa, Perinetti: “Contenti del mercato fatto. Piatek? I giocatori vanno dove vogliono andare…”

Genoa, Perinetti: “Contenti del mercato fatto. Piatek? I giocatori vanno dove vogliono andare…”

“Favilli? Un giocatore su cui contiamo molto”

di Redazione ITASportPress

Giorgio Perinetti, direttore generale del Genoa, ha parlato nella conferenza stampa a margine della presentazione degli ultimi nuovi acquisti in casa rossoblù. Dalla cessione di Piatek, all’arrivo di Sanabria. Ma anche tanti giovani che possono far bene e crescere in una società seria e in un campionato importante come la Serie A.

IL PUNTO – “La chiusura del mercato è stata particolarmente vivace per la nostra società. Quest’anno il tutto è stato dettato dalla necessità di rinforzare la squadra soprattutto a centrocampo. Non dimentichiamoci che Prandelli è arrivato da poco, con lui abbiamo studiato le strategie per dare più equilibrio alla squadra e riequilibrare il numero di giocatori e ridistribuirlo nei tre reparti. Abbiamo dovuto far fronte ad una cessione non programmata (Piatek ndr) che è dispiaciuta ai tifosi ma anche a noi. Il calcio di oggi fa fronte a dinamiche inarrestabile e alla volontà del giocatore che ha ambizioni di campo ed economiche. Sono situazioni che vanno affrontate e risolte. Nel calcio di oggi è molto difficile. Contano molto le motivazioni. Noi volevamo giocatori motivati e non potevamo correre il rischio di tenere ragazzo che sono demotivati. Abbiamo acquistato giocatori per quello che è il progetto di gioco di Prandelli. Siamo molto contenti di aver potuto investire su giovani prospetti che non sono qui oggi ma continueranno a giocare Jagiello in Polonia e Zennaro a Venezia”.

NUOVI E NON SOLO – “Il ritorno di Sturaro? Come quello di Criscito. Giocatori cresciuti qua e che hanno piacere a tornare nella società che li ha lasciati. Fa piacere quando ci sono giocatori legati all’ambiente e alla tifoseria. Sanabria è qua con noi. Ha una responsabilità particolare. Prende il posto di un beniamino ma credo sia pronto per affrontare un campionato così difficile e spero possa darci tante soddisfazioni. Spero che possiamo far bene. Ci aspetta un girone di ritorno difficile ma ci sentiamo attrezzati per affrontarlo bene”.

PIATEK – Torna nel dettaglio a parlare del capitolo Piatek: “I giocatori vanno dove vogliono andare. Non penso che il Milan abbia vietato a Higuain di andare al Chelsea. Prima non abbiamo ascoltato nessuna trattativa per Piatek poi è successa questa trattativa che ha portato Higuain a Londra, il Milan ha scelto Piatek e Piatek ha scelto il Milan”.

ATTACCANTI – Oltre a Sanabria, Kouamé e Pandev, il reparto offensivo conta il nuovo arrivato Sanabria, ma anche Favilli e Lapadula: “Favilli? Rimane un giocatore su cui contiamo molto. Abbiamo deciso di cambiare i termini contrattuale nel tentativo di assicurarcelo tra un anno”. E sull’ex Milan: “Ha avuto occasione quest’estate e quest’inverno per giocare di più ma lui ha fatto la scelta di rimanere. Siamo convinti possa dare una mano. Dipende da lui”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy