Genoa, Prandelli: “La vittoria contro l’Atalanta ci ha dato consapevolezza. Cagliari? Saranno agguerriti…”

Le parole del tecnico in conferenza stampa

di Redazione ITASportPress

Un pareggio, una sconfitta e, finalmente, la vittoria. E’ questo il percorso in campionato di Cesare Prandelli sulla panchina del Genoa. Il Grifone è rinato, almeno sotto l’aspetto del gioco, con il nuovo tecnico che ha trovato la vittoria nell’ultima, difficicile, gara contro l’Atalanta.

Ma è tempo di Serie A e anche a Natale, o meglio, a Santo Stefano, si giocherà. Ecco allora che l’allenatore rossoblù, in vista della trasferta contro il Cagliari, ha presentato la sfida in conferenza stampa. Ecco le sue parole:

RECUPERO – Poche ore tra una partita all’altra, ma le energie saranno uguali per entrambe le compagini dopo aver giocato solamente due giorni fa. Lo sa bene Prandelli che fiducioso ammette il buon momento di forma dei suoi: “Abbiamo tutti avuto poco tempo per recuperare energie. Abbiamo un’ottima condizione e un buono stato mentale. La vittoria dà consapevolezza di valore. Aspettavamo di vincere facendo una buona partita”. “Sapevamo del Boxing Day già da luglio ed era stato accettato e programmato. Dobbiamo solo cercare di produrre un buono spettacolo, saremo pronti a offrire un calcio piacevole”. Sulle sue prime tre gare sulla panchina rossoblu: “Nelle prime tre partite è accaduto di tutto dal punto di vista arbitrale, noi siamo forti e non dobbiamo piangerci addosso. Abbiamo storia e blasone che dobbiamo onorare”.

AVVERSARIO – Ad attendere il Genoa ci sarà il Cagliari, reduce dal ko all’Olimpico contro la Lazio: “Andare a giocare a Cagliari è sempre difficile. I sardi saranno agguerriti e sanno giocare bene anche in profondità. Sono una squadra completa e compatta. Dobbiamo stare sempre in partita e sfruttare le nostre opportunità”.

CHI GIOCA – Sulle scelte di formazione, Prandelli non si sbilancia: “Fino all’ultimo verificherò lo stato di salute dei calciatori prima di decidere chi schierare. Rolon come tutti deve sempre pensare di poter giocare dall’inizio. Gioca un calcio semplice, ma molto efficace. È un esempio per il gruppo”. E sui singoli, poi aggiunge: “Complimenti a Lazovic perché sta interpretando molto bene il suo ruolo. Deve migliorare sull’ultimo passaggio. Ha grande entusiasmo in ogni allenamento. Il centrocampo sta assolvendo molto bene ai compiti assegnati: compattezza e ripartenza”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy