ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Genoa, Thiago Motta: “Voglio rivivere il boato di Marassi dopo un gol. Ai miei giocatori chiedo…”

foto Twitter Genoa

"Prima gara contro Balotelli? Una bella cosa, gli auguro il meglio"

Redazione ITASportPress

Ieri la presentazione ufficiale, oggi altre interessanti dichiarazioni rilasciate ai microfoni di DAZN. Thiago Motta è pronto a tornare a Marassi sotto altre vesti. Dopo aver vestito i panni del calciatore, il neo allenatore del Genoa si siederà in panchina con la speranza di portare ottimi risultati da qui alla fine della stagione.

DESIDERIO - "Se ricordo il boato dopo un mio goal? Sicuro. Per un giocatore di calcio è qualcosa di bellissimo, ho avuto l'opportunità e ce l'ho ancora adesso, sicuramente in un altro ruolo, di vivere queste emozioni. Sono molto felice", ha detto Thiago Motta. E sul suo arrivo e il rapporto col patron Preziosi ha aggiunto: "Quando arrivai da giocatore l'ho ringraziato di cuore mentre questa volta ci siamo messi d'accordo subito guardandoci negli occhi. Lui mi conosce e sa come sono, io lo conosco abbastanza bene: devo ringraziarlo per questa opportunità ed è un onore per me oggi poter allenare il Genoa". "Allenare Criscito e Pandev con cui ho giocato? Sono convinto di poter separare la questione professionale da quella privata".

SFIDA - Sulle caratteristiche della sua squadra e dei giocatori a disposizione, l'ex centrocampista ha aggiunto: "Mi piace molto parlare delle caratteristiche dei giocatori e dei moduli con cui può giocare la squadra. Per me identità di squadra significa difendere tutti quando si difende e attaccare tutti quando si attacca. La cosa più difficile è fare un calcio semplice. Voglio essere me stesso. Nel calcio moderno non ci si può permettere di non difendere e di non attaccare. Il portiere, in tutte le squadre, partecipa moltissimo anche con i piedi e per questo voglio dai miei attaccanti che siano i primi a difendere. Magari si inizia con un modulo di gioco, ma poi nel corso della gara i posizionamenti cambiano".

AFFETTO - In vista della prima gara sulla panchina del Genoa, contro il Brescia, Thiago Motta ha raccontato di aver ricevuto tanti messaggi: "Sfidare Balotelli? Penso sia una bella cosa, gli auguro il meglio. Ho ricevuto tanti messaggi e ho ringraziato tutti: è veramente importante in un momento del genere che altri siano contenti della situazione attuale della mia vita".