ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Genoa, Zangrillo si presenta: “Non ho paura. Con 777 Partners si può arrivare dove mai prima d’ora”

Genoa, Zangrillo si presenta: “Non ho paura. Con 777 Partners si può arrivare dove mai prima d’ora”

La giornata di presentazione del nuovo presidente del Grifone

Redazione ITASportPress

Momento importante in casa Genoa con il nuovo presidente Alberto Zangrillo che si è presentato alla stampa nell'appuntamento ufficiale odierno tenutosi a Palazzo Ducale nel centro cittadino.

PRIME PAROLE - "Grazie a Josh, è un grandissimo onore essere di fianco a lui: ringrazio lui e tutti 777 Partners per questo ruolo che mi è stato conferito e che cercherò di affrontare con serietà, trasparenza e impegno", ha esordito Zangrillo. "Sono consapevole che siamo di fronte ad uno scenario straordinario, un progetto a medio lungo termine che ha intenzione di internazionalizzare il calcio a Genova partendo dal Genoa. Le grandi ambizioni di 777 sono quelle di non trascurare mai il mandato, quello di fare da link tra persone che non hanno conosciuto Genova e che hanno bisogno di interpreti del loro obiettivo molto ambizioso. Non sono preoccupato di quanto visto ieri, perché davanti abbiamo un progetto importante sul quale dobbiamo lavorare. Ripeto c'è grande ambizione da parte di 777. Qui si può creare qualcosa di magico. Io non ho paura".

DA PRESIDENTE - "Le caratteristiche del presidente? Essere tifoso del club di cui è alla presidenza ti mette a rischio di non vedere chiare certe cose. Bisogna essere pragmatici e vedere tutto al meglio. Proverò a sforzarmi per vedere chiare le cose con razionalità senza dimenticare quella parte sull'ambizione e le aspettative dei tifosi. Qui c'è in gioco la storia e grazie a 777 si può arrivare dove mai siamo arrivati".

CONSIGLI - "Se ho ricevuto consigli dall'ex presidente Preziosi o da Berlusconi? Non ho sentito il bisogno, e non per presunzione, di cercare consigli né del passato presidente né dall'ex presidente del consiglio. Voglio un po' sfatare definitivamente questa cosa. Sono stato lontano dalla politica perchè questo mio voler essere autonomo mi garantisce una liberà di azione ed è la principale per cui Josh e i suoi amici mi hanno concesso la sua fiducia". "Io mi sento con una certa frequenza con Milito che quando ha saputo che andavo a ricoprire questo ruolo si è felicitato e ha detto che era a disposizione".

MERCATO E SQUADRA - "Abbiamo qualcosa in mente e anche stanotte abbiamo lavorato fino alle 3. Detto questo, il mercato non compete a me, voglio essere chiaro. Allo stesso tempo darò la mia opinione e non sarò una figurina ovviamente". "Josh ha parlato di rivoluzione. Questa è una parola molto forte che fa capire cosa bisogna fare e quali siano le nostre intenzioni. Quando ho conosciuto 777 Partners loro conoscevano tutto di me e posso garantire che sono alla ricerca del meglio e posso dire che siamo in ottime mani". "Coppe anche in un futuro a breve termine? Posso dire che questo non mi compete ma che posso auspicarlo".

MISTER - Una parola anche su Shevchenko: "Lui è un grande campione, un uomo interazione e che ho conosciuto ai tempi del grande Milan. Ci siamo abbracciati e ci siamo guardati negli occhi. Una domanda la faccio io a voi: Shevchenko, profilo internazionale, come potete immaginare che potesse non essere della partita se non avesse avuto delle ampie assicurazioni su quello che il dottor Josh Wander ha illustrato oggi".

tutte le notizie di