Giaccherini, l’agente: “Faccio il cane e lo difendo ma Ventura cosa è andato a fare al Chievo se minacciava…”

Giaccherini, l’agente: “Faccio il cane e lo difendo ma Ventura cosa è andato a fare al Chievo se minacciava…”

Poi l’agente rivela un retroscena su Sarri

di Redazione ITASportPress
Giaccherini

In diretta a “ Un Calcio Alla Radio”, trasmissione condotta da Umberto Chiariello sulle frequenze di Radio CRC Targato Italia è intervenuto Furio Valcareggi, procuratore di Giaccherini che ha bacchettato l’ex tecnico del Chievo.

VENTURA – “Credevo dopo la sceneggiata di Delio Rossi con Ljajic di aver visto tutto nel calcio, invece no. Ventura finisce la partita col Bologna e dice che non viene più. Quando il Chievo ti chiama a meno due e vai, la lotta è per non retrocedere. Ventura lo conosco benissimo, ma lui nella sua carriera ha vinto solo in B i campionati. Se Ventura retrocede con il Chievo non sarebbe stato un disastro, come accaduto per la Nazionale. Ventura tutti i giorni minacciava di andar via e allora mi chiedo che sei venuto a fare?”

GIACCHERINI – ” Faccio il cane e lo difendo, ma io lo porterei davvero sempre se mi dà affidabilità. Ventura deve smettere? Non so quale sia la sua volontà, ma non so chi lo riprenderà. Forse ha la Cina. Ancelotti? Io a Marzo ho saputo che Sarri era stato mandato via e un mio amico che lavora in Inghilterra mi disse ‘vedrai che viene a Napoli’. Il presidente aveva deciso di non proseguire con lui.  Poi ci sono state un po’ di scene.  Ancelotti è stato corteggiato in maniera incredibile per andare in Nazionale da Costacurta. Se alleni questa nazionale è dura vincere. Chi vince vuole allenare grandi squadre. Napoli può vincere? Certo, se la Juve si ferma… Oggi arrivare secondi in Italia sarebbe un bel traguardo. La Juve è fortissima”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy