ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

IL BOMBER

Giroud carica il Milan: “Credo nello scudetto. Io finalizzatore e posso giocare con Ibra”

Giroud (getty images)

Lunga ed interessante intervista rilasciata dal bomber del Milan Olivier Giroud a La Gazzetta dello Sport:. Il centravanti rossonero si è raccontato a 360° passando dalla voglia di vincere col Diavolo in campionato fino alle sfide di Champions...

Redazione ITASportPress

Lunga ed interessante intervista rilasciata dal bomber del Milan Olivier Giroud a La Gazzetta dello Sport:. Il centravanti rossonero si è raccontato a 360° passando dalla voglia di vincere col Diavolo in campionato fino alle sfide di Champions con l'artimetica che ancora non condanna la squadra all'eliminazione dal torneo.

PERSONALE - "​Mi considero una persona generosa e socievole, e anche come giocatore sono generoso. La mia abilità è finalizzare, non mi servono molte occasioni per fare gol. Però amo giocare con la squadra, sono un team player", ha esordito Giroud. Poi un bilancio sull'esperienza italiana al Milan: "Sono soddisfatto di quello che ho fatto in campo, ​perché ho avuto tanti problemi fisici e poi anche il Covid. So di poter dare molto di più e anche il Milan può fare di più. Io cresco con la squadra".

CHAMPIONS - Dopo il pareggio contro il Porto le possibilità di andare avanti in Champions si sono ridotte ma Giroud  ci crede: "Champions? ​Ci dobbiamo credere, lo dice anche l’aritmetica. Abbiamo le qualità per fare bene, questa è una squadra ben progettata che farà strada e io punto a vincere tanto con il Milan. In città e allo stadio c’è un’atmosfera bellissima, quello che si è visto contro il Porto è il trailer del film che vivremo nel derby a San Siro".

SCUDETTO - E a proposito del derby in campionato: "Scudetto? Perché non dovrei crederci? In campionato stiamo andando veramente bene, giochiamo un buon calcio e abbiamo molte diverse possibilità. Siamo una squadra giovane che crescerà in fretta: conoscevo le qualità di Leao, ma il suo talento visto da vicino è veramente incredibile. Non conoscevo invece Tonali, che mi ha impressionato per volume di gioco e qualità. E poi ci sono ragazzi come Gabbia e Daniel Maldini che diventeranno grandi in fretta".

IBRA - "Con lui ho un rapporto normale, ​come con tutti gli altri compagni di squadra. Ibra è una persona piacevole e molto disponibile nelle spogliatoio, parla con i compagni, è molto presente ed è un gran professionista. Abbiamo un buon dialogo. Forse all’esterno appare diverso, un po’ più, come dire, concentrato su se stesso, ma non è affatto così con chi lavora con lui ogni giorno. Io con Ibra? Possiamo essere complementari, almeno in alcune partite. Per ora Pioli sta facendo altre scelte, ma spero di poter giocare di più insieme a Zlatan in futuro​".

 (Getty Images)
tutte le notizie di