I sogni di Simeone: “Cagliari in Europa. Mi ispiro a Batistuta, Inzaghi e Ronaldo…”

Il Cholito rossoblù si racconta

di Redazione ITASportPress
Simeone

Interessante intervista rilasciata da Giovanni Simeone, bomber del Cagliari, a Radio Deejay nel corso della trasmissione Deejay Football Club. Il centravanti rossoblù ha parlato ovviamente della stagione in corso ma anche degli obiettivi personali e di squadra.

Simeone: sogni e ispirazione

Simeone (getty images)

“Dove voglio arrivare quest’anno? Oltre i 12 gol in Serie A, è difficile, ma ci provo”, ha detto Simeone. “Voglio migliorare i miei numeri e su tutti gli aspetti del gioco”. E proprio sul suo modo di giocare e muoversi in campo: “L’esperienza che ho accumulato in questi anni mi porta ad aiutare la squadra: ora sono più efficace nei movimenti. Sto imparando a correre meglio e a concentrarmi sulla qualità dei movimenti. La squadra mi sta trovando e io mi trovo bene con tutti”.

Anche in questa stagione, seppur in modo differente, il Cholito condivide il reparto con Joao Pedro autore di un avvio di stagione importante: “Ha trovato la posizione giusta e la sta portando avanti con la squadra. Il pezzo forte di Joao è sfruttare gli spazi tra le linee. Lì nel mezzo ha trovato forza e tranquillità che gli permette di fare tanti gol e assist. Tra l’altro, è forte anche di testa”.

Poi, ancora a livello personale: “Mio padre e mister Di Francesco? Non chiedo consigli a mio padre. Mi sembrerebbe di interferire col mio allenatore. Di Francesco è una persona che mi sta aiutando tantissimo, mi sta facendo crescere: ci concentriamo sui dettagli, come migliorare, attraverso i video e la cura dei movimenti. Il mister è molto importante per noi”. “I miei modelli di ispirazione? Da piccolo guardavo i movimenti dentro l’area di Batistuta, anche se ovviamente io e lui siamo diversi. Poi Inzaghi e Ronaldo, papà dice che il Fenomeno brasiliano era davvero l’attaccante perfetto”.

Infine un sogno col Cagliari: “Ci piacerebbe entrare in Europa, ma non possiamo porci questo traguardo in partenza. Abbiamo un allenatore nuovo che ci sta aiutando tantissimo, la squadra è giovane, con molti calciatori nuovi. L’Europa è un sogno, ma dobbiamo restare concentrati su ogni partita: il nostro primo obiettivo dev’essere la crescita”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy