Incidenti Milano, testimonianza shock: “Avevano un’ascia. Volevano massacrarci. E la polizia…”

Le rivelazioni di chi era presente durante i fatti fuori da San Siro

di Redazione ITASportPress

Arrivano ulteriori dettagli dei tristi e tragici episodi di violenza avvenuti il giorno di Santo Stefano prima e dopo la gara di San Siro tra Inter e Napoli. Un’azione studiata, un atto premeditato, come sottolineato anche dallo stesso questore del capoluogo lombardo Marcello Cardona. Un bilancio che nessuno avrebbe potuto mai immaginare: un morto e quattro feriti.

Ma come riporta l’edizione odierna de Il Mattino, arrivo altri dettagli che raccontano quegli attimi di terrore vissuti dai presenti. Una testimonianza, che preferisce restare anonima, rivela quanto accaduto con diversi dettagli che fanno capire la gravità di quanto successo.

ASSALTO – Si è trattato di un vero e proprio agguato, quello che è avvenuto  in via Novara, a circa due chilometri dallo stadio San Siro. “All’improvviso sono sbucati da tutte le parti. Erano circa una sessantina, poi sono diventati ottanta se non cento. Un tifoso interista armato di ascia ha colpito il finestrino davanti distruggendolo. Volevano massacrarci”. E poi, un dettaglio non da trascurare: “I van dei napoletani erano scortati da una volante della polizia, che non appena è scoppiato il casino si è dileguata…”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy