Inter, altra tegola: in Cina staccati i diritti della Serie A alla tv di Suning

Una notizia che getta ulteriori ombre sulla situazione difficile dei cinesi

di Redazione ITASportPress

All’Inter servono circa 200 milioni di dollari per dare respiro alle casse nerazzurre. Intanto dalla Cina arriva una pessima notizia per la ‘Benamata’, l’ennesima, che getta ulteriori dubbi sulle condizioni economiche in cui versa la proprietà. Secondo quanto appurato da Calciomercato.comPPTV, la televisione di proprietà di Suning, stesso gruppo che possiede la maggioranza della società nerazzurra, questa sera non sta trasmettendo la gara tra Fiorentina e Inter. Il motivo è da ricercarsi nel grave ritardo dei pagamenti verso IMG, società che commercializza i diritti della Serie A nel mondo e che da mesi non riceve gli emolumenti stabiliti. Diritti che IMG aveva acquistato per 341 milioni di euro.  Un’altra falla nella gestione Suning, che da settimane tiene in apprensione sia il gruppo squadra che il management. La crisi economica appare sempre più severa e forse anche per questo la prima offerta di BC Partners è stata più bassa rispetto alle richieste della proprietà cinese. In viale della Liberazione c’è molta preoccupazione, Marotta sta cercando in tutti i modi di camuffare la situazione, ma ogni giorno il suo lavoro è minato da notizie sempre meno rassicuranti. Servono subito risorse e se i contatti con Bc Partners non sono del tutto tramontati sul tavolo restano l’offerta fatta a Suning e la diffidenza nell’accettarla. Il nodo della discordia è sulla valutazione differente e sostanziosa che c’è tra proposta (750 milioni di euro) e domanda (1 miliardo di euro).

Inter (Getty Images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy