Inter, Conte: “Contro il Psg l’atteggiamento mi è piaciuto. Così in Champions League…”

Inter, Conte: “Contro il Psg l’atteggiamento mi è piaciuto. Così in Champions League…”

Il tecnico nerazzurro ha parlato dopo il confronto con il Psg vinto dai meneghini ai rigori

di Redazione ITASportPress
Conte

Una vittoria ai rigori contro il Psg, nell’International Super Cup regala un sorriso al tecnico dell’Inter Antonio Conte. Il nerazzurro ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa: “Sicuramente sono molto contento perché penso che per quello che ho visto durante la partita non meritavamo assolutamente la sconfitta, però al di là del risultato io devo fare delle valutazioni calcistiche e devo essere sincero e onesto, continuo a vedere importanti miglioramenti nella mentalità dei ragazzi, nella voglia di giocare a calcio, di aggredire l’avversario nella propria metà campo, nella voglia di riconquistare palla quando la perdiamo. Sicuramente questo è un aspetto molto positivo, e devo dire sinceramente che ho trovato grande disponibilità da parte dei ragazzi e questo mi entusiasma a proseguire su questa strada” riporta il sito ufficiale dell’Inter.

SORRISI – Tra le note positive la tenacia della squadra: “Mi ha fatto piacere che i ragazzi fino all’ultimo ci abbiano provato, abbiamo fatto gol, abbiamo vinto ai rigori, non ci deve mai far piacere perdere, neanche in amichevole, neanche ai rigori. Penso che oggi sia stato questo l’atteggiamento. Anche prima del gol meritavamo di più dell’1-0. Per quanto riguarda il mercato c’è il Club che sta lavorando, il mio compito è quello di far rendere al massimo le risorse che mi vengono messe a disposizione e sono contento e mi sto divertendo a lavorare con questo gruppo di giocatori. Non è scontato che il gruppo di giocatori ti dia entusiasmo e ti faccia divertire quando proponi le cose. Questo è un gruppo che ha voglia di fare, voglia di seguire, che ha voglia di superare l’ostacolo e questo ci deve far ben sperare al di là degli acquisti e delle cessioni”.

CHAMPIONS LEAGUE – Sulle competizioni da affrontate e sulla Champions League: “Giochiamo nella massima competizione europea e sappiamo le enormi difficoltà che si incontrano in questa manifestazione perché ci sono sempre tantissime squadre attrezzate che partono per vincere ma poi vince solo una. Noi siamo all’inizio di un percorso che ci auguriamo sia importante. Stiamo lavorando, stiamo mettendo delle basi per cercare di onorare nel migliore dei modi la Champions League. Come dico sempre ai ragazzi cerchiamo di lavorare, non poniamoci degli obiettivi particolari minimi o massimi che possano essere, cerchiamo di dare il massimo e poi vedremo dove riusciremo ad arrivare”.

ASIA – Arrivati all’ultima tappa in Asia il resoconto sul lavoro svolto è positivo: “Sono 20 giorni che stiamo lavorando insieme e nel giro di due settimane sto vedendo dei grandi miglioramenti e dei giocatori che hanno voglia di mettere in pratica ciò su cui lavoriamo. Questo per me è importante perché chiedo tanto al giocatore ma al tempo stesso do tanto e sono pronto a riconoscere quando i ragazzi meritano come adesso perché si stanno impegnando, stanno facendo un grande lavoro. Siamo partiti con ‘zitti e pedalare’ ed effettivamente stanno molto zitti e stanno pedalando tanto e questo non può che farmi piacere”.

MERCATO – Poi qualche domanda sul mercato: “Lukaku? Come ho sempre detto stiamo parlando di un giocatore che non è un nostro giocatore, quindi non è giusto parlarne mancherei di rispetto nei confronti del giocatore e del Club. Lukaku è un giocatore dello United, sappiamo che c’è il mercato in atto e il Club sta lavorando per cercare di completare la rosa tra cessioni e acquisti però come ho sempre detto c’è molta fiducia nel Club ma per me in questo momento la cosa più importante e che voglio rimarcare è che sono contento di come stiano lavorando i miei giocatori. Secondo me stiamo lavorando cercando di creare qualcosa di solido. È inevitabile che poi andremo a completare la rosa ma l’importante è che chi arrivi, si integri bene, con la mentalità che c’è oggi in questo gruppo di ragazzi”.

Infine sull’autore del gol del pareggio, Samuele Longo: “Stiamo parlando di un calciatore che ha una carriera alle spalle anche di un certo livello anche perché è stato in Spagna, ha giocato con l’Espanyol, poi ha giocato diversi campionati e vinto in Serie B. Oggi sta facendo con noi la tournée, è aggregato nel gruppo, stiamo parlando di un buonissimo giocatore. Mi ha fatto un’ottima impressione, si sta impegnando, sono molto contento per lui perché arriva anche da un lungo infortunio e ora è pronto per giocare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy