Inter, Conte rivela: “Abbiamo un piano. Icardi? Non ci ho parlato. Su Lukaku…”

Inter, Conte rivela: “Abbiamo un piano. Icardi? Non ci ho parlato. Su Lukaku…”

“In questo momento hanno la grande ambizione di voler costruire qualcosa di importante”

di Redazione ITASportPress
Conte

Neppure il tempo di essere annunciato, che Antonio Conte parla già del suo nuovo ruolo di allenatore dell’Inter. Ufficializzato di primissima mattina come nuovo tecnico nerazzurro, l’ex mister di Chelsea e Juventus ha rilasciato un’intervista esclusiva alla BBC.

SCELTA – Sulle motivazioni che lo hanno spinto a scegliere l’Inter, Antonio Conte ha detto: “Stiamo parlando di un grande club con una grande storia, in questo momento hanno la stessa ambizione di voler costruire qualcosa di importante e per questo ho scelto l’Inter. E’ una nuova sfida, un nuovo capitolo della mia vita. In passato ho vinto titoli con la Juventus e voglio fare lo stesso in questo nuovo capitolo. E’ una nuova sfida anche per la mia famiglia. La storia di questo club è importante e bisogna avere rispetto, dobbiamo portare la squadra allo stesso livello del passato”.

MERCATO – Su Icardi, il mercato e le altre possibili manovre, Conte ha aggiunto: “Lukaku? Adesso è difficile parlare di questo. Abbiamo un piano, dobbiamo migliorare la squadra e saranno importanti i giocatori, ma altrettanto importante è il progetto e l’ambizione dei giocatori e del club per ridurre il gap. Incontro con Lukaku? Non è vero, c’è un direttore sportivo che parlerà di questo e cui dovrete chiedere del mercato. Siamo concentrati per iniziare al meglio insieme. Sanchez? Dovete parlarne col direttore sportivo”. E su Icardi: “Valuteremo tutte le situazione e prenderemo le migliori scelte per il club. Dobbiamo lavorare duramente col club per prendere le migliori decisioni, perché il club è la cosa più importante per il presente e per il futuro. Nessun contatto, ho solo iniziato a respirare l’aria nerazzurra e ora devo entrarci con le mani e coi piedi in questa nuova sfida”.

PASSATO –  “Sono felice della mia esperienza al Chelsea: sono arrivato che era fuori dalle coppe europee, era reduce da un decimo posto, ho aperto un nuovo capitolo della loro storia, con molti giocatori giovani e ho vinto la premier League, oltre a raggiungere la finale di fa cup nella prima stagione. Nella seconda abbiamo vinto la fa cup. Vincere in Inghilterra è molto difficile, ma l’ho fatto, e questa è la cosa più importante. Il giocatore più forte avuto al Chelsea? Ce ne sono tanti, ma se devo sceglierne uno dico Kanté. Lui è speciale: sempre con il sorriso, affidabile, gli auguro sempre il meglio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy