Inter, De Boer: “Era un vespaio incredibile”. Ma un ex nerazzurro lo definisce il peggior tecnico di sempre

L’olandese non dimentica la sua esperienza negativa

di Redazione ITASportPress

L’avventura di Frank De Boer sulla panchina dell’Inter durò appena ottantaquattro giorni. Tutti vissuti sempre nel centro del mirino. Senza fare mai passi indietro, compiendo scelte pesanti, talvolta impopolari presso la sua stessa società. Una esperienza difficile accompagnata raramente da risultati (14 gare ufficiali, 5 vittorie, 7 sconfitte, 2 pareggi) e ancor più raramente da lampi di quel gioco di cui pare si fosse innamorato, fra gli altri, sopratutto Erick Thohir. Ma l’olandese non perde occasione per sparare bordate sull’Inter. L’attuale ct dell’Olanda ripercorre nuovamente quei disastrosi 84 giorni in nerazzurro, mostrando zero rimpianti. Anzi. Intervistato da ‘AD’, l’allenatore oranje parla così del periodo vissuto ad Appiano. “Era un vespaio incredibile, dinamiche attorno al club difficili: dopo di me altri 3 esoneri. Ovviamente avrei dovuto fare le cose in maniera diversa, ma le dinamiche attorno al club erano difficili”. Per De Boer, sulla panchina nerazzurra all’inizio del 2016/2017, ‘benservito’ dopo 14 partite e 7 sconfitte”.

(Getty Images)

BIABIANY – Ai microfoni di Itasportpress.it, l’ex nerazzurro Biabiany. Con il club meneghino giocò pochissimo quando sulla panchina nerazzurra arrivò Frank De Boer nell’estate del 2016. Ottantaquattro giorni sulla panchina dell’Inter accompagnati raramente da risultati. 14 gare ufficiali, 5 vittorie, 7 sconfitte, 2 pareggi lo score dell’olandese. Ma l’avventura di De Boer è stata caratterizzata anche da una gestione rigida, senza sconti, di una rosa che ha definito sempre “troppo larga” e poi nel giorno dell’esonero sottolineò di aver avuto un “gruppo marcio”. Biabiany riapre quel libro amaro e a distanza di anni non dimentica: “Mi ha ferito molto sentir dire dal nostro allenatore che eravamo un gruppo marcio tanto che io gli ho risposto subito. Con lui non ho avuto un buon rapporto in tutti i sensi e non solo dal punto di vista tecnico difatti non ho mai capito perchè mi ha messo da parte. Ma non ero il solo a non capirlo perchè anche chi giocava sempre in quella Inter diceva che non capiva il calcio di De Boer e che si mostrava sempre arrogante. Si è messo la gente contro e non apprezzava niente dell’ambiente nerazzurro. Per me l’olandese è stato uno dei peggiori tecnici nerazzurri. Non ha avuto risultati a Milano e poi è andato in Inghilterra al Crystal Palace facendo anche peggio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy