Inter e Milan in coro: “Stadio? Avremo il miglior impianto del mondo”

Inter e Milan in coro: “Stadio? Avremo il miglior impianto del mondo”

Il presidente rossonero e il CEO nerazzurro durante un evento di uno sponsor

di Redazione ITASportPress

Inter e Milan, per una volta alleate. La rivalità tra cugini, questa volta, è messa da parte. Durante un evento dello sponsor Beretta, il presidente del Milan Paolo Scaroni e il CEO dell‘Inter Alessandro Antonello hanno parlato della rivoluzione che ci sarà riguardo allo stadio di San Siro.

L’obiettivi chiaro è quello di un impianto nuovo, con San Siro da rinnovare per dare nuovo slancio ad entrambe le società.

SCARONI – “Abbiamo lanciato con l’Inter questo progetto relativo a San Siro – ha esordito il presidente del Milan – abbiamo fatto questa inversione ad U rispetto al fare uno stadio nostro e andare per i fatti nostri, aprendo un progetto stadio insieme. Sono convinto che avremo il miglior stadio del mondo. Non abbiamo presentato un progetto. Ma la progettualità complessiva che ci attendiamo: non ci sarà solo uno stadio, parliamo anche di metri quadri complessivi. Ci sono due ipotesi all’interno, che hanno entrambe pregi e punti deboli: prendiamo in considerazione sia la ristrutturazione di San Siro che l’abbattimento, forse è più facile costruire un nuovo stadio che abbattere San Siro. Ciò che vogliamo dare a Milano uno stadio efficiente e a livello. Teniamo aperte due ipotesi e arriveremo nelle prossime settimane ad una definizione. Noi a Milano, capitale del calcio mondiale, dobbiamo fare una cosa fantastica. Coinvolgendo anche le famiglie”.

ANTONELLO – Sulla stessa linea di pensiero anche il CEO nerazzurro: “Gestire lo stadio Meazza significa quasi gestire una finale di Champions ogni settimana. Ci sono dei limiti architettonici. Oggi stiamo pensando ad un progetto comune che dovrà garantire un impianto all’altezza di quelli delle altre città europee. Vogliamo un progetto di qualità e sono coinvolti advisor di massimo livello. Abbiamo dato delle idee e dobbiamo sviluppare ancora il progetto. Oggi San Siro ha circa 78mila posti a sedere e per il futuro immaginiamo una capienza ridotta perché la capienza media dei due club è di 60mila persone e lo stadio si rimpie solo 5-6 volte l’anno. Quello che conta è il servizio che si offre ai tifosi. Magari si avrà uno stadio più piccolo ma eccellente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy