ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Serie A

Inter, Inzaghi: “Mercato? Io voglio mantenere tutti e aspettiamo Satriano”

(Getty Images)

Il tecnico dell'Inter: "Sta facendo da anni le fortune dell'Inter. Perisic è un campione, Calhanoglu il nostro Luis Alberto"

Redazione ITASportPress

Il tecnico dell'Inter Simone Inzaghi ha raccontato molto della sua Inter ai microfoni della Gazzetta dello Sport:

Undici punti guadagnati sul Milan e 14 sul Napoli, in sette partite. Ci racconta come avete fatto?

“Guardate, io ero sereno anche a ottobre, anche quando dalla vetta eravamo distanti. Incontravo i tifosi in giro per Milano, mi dicevano che la squadra piaceva, che venivano volentieri allo stadio. E questo per un tecnico è il complimento più importante. Questa cosa mi ha dato una spinta in più. Anzi, ci ha dato, a me al mio staff. Dirò di più: ci credevamo già da luglio, dal giorno del primo allenamento. Ora fa comodo a tanti dire che siamo i favoriti, che siamo una corazzata. Ma io lo sapevo già allora che avremmo potuto far bene”.

"Noi ci credevamo già da luglio, dal primo allenamento. Siamo a buon punto, ma quel che abbiamo fatto fin qui deve essere solo uno stimolo per ricominciare a mille dopo la sosta", sottolinea il tecnico.

Sul mercato: "Dovremo ragionare con attenzione, bisogna sempre pensare di poter crescere. La scorsa estate il primo obiettivo era mettere in sicurezza il club, ora dobbiamo cercare di vedere qualcosa, la mia priorità sarebbe mantenere tutti. Vediamo con Satriano, gli altri quattro attaccanti vorrei tenerli tutti, poi bisogna capire in mezzo o sugli esterni se possiamo trovare come migliorarci".

"Nell'ultimo mese è stato un piacere allenare e vedere giocare Sanchez -sottolinea Inzaghi-. Nandez è un giocatore interessante, un profilo duttile, potrebbe andare bene".

E sui rinnovi: "Brozovic deve sbrigarsi a firmarlo, in campo è un giocatore straordinario, sta facendo da anni le fortune dell’Inter - ammette -. Credo sia in una normale fase di contrattazione. Speriamo firmi presto anche Perisic: con lui sapevo di trovare un campione, ho scoperto un uomo dalla grandissima disponibilità, che ha fatto senza problemi anche la seconda punta e l’esterno a destra".

Tra i singoli menzione speciale per Calhanoglu: "Credo che il suo ruolo sia quello di mezz'ala, è quello a lui più congeniale. Se è il nostro Luis Alberto? Dico di sì, hanno molte cose in comune. E per la verità nel mio modo di giocare avrebbe fatto molto bene anche uno come Eriksen".

 (Getty Images)
tutte le notizie di