gazzanet

Inter, l’ex Tardelli: “Non credo ai ritiri. Napoli? Sarri parla troppo di budget…”

Marco Tardelli (getty images)

"Il Napoli gioca il suo calcio sempre, contro qualsiasi avversario, e lo farà anche a Milano contro l’Inter"

Redazione ITASportPress

Banco di prova tanto delicato quanto fondamentale per il Napoli, che domani cerca punti pesanti in chiave secondo posto contro l'Inter. Marco Tardelli, ex giocatore e allenatore nerazzurro, in vista del match del Meazza è stato intervistato da Il Mattino; ecco un estratto delle sue dichiarazioni: "Il Napoli gioca il suo calcio sempre, contro qualsiasi avversario, e lo farà anche a Milano contro l’Inter indipendentemente da come la squadra di Pioli riuscirà a reagire in un momento delicato".

RITIRO NERAZZURRO - "Sinceramente io ai ritiri punitivi ho sempre creduto poco e non riesco a vederli in positivo, cioè come possibili elementi decisivi per le svolte".

HAMSIK - "Icardi è il capocannoniere dell’Inter, Mertens del Napoli. Quindi sono loro gli attaccanti più pericolosi e, di fatto, tra i possibili protagonisti della sfida del Meazza, quelli che potrebbero risolverla. Ma per me l’uomo chiave può essere Hamsik perché è un giocatore che mi piace tantissimo, questa è stata la sua migliore stagione e poi ha una grande esperienza internazionale che può essere decisiva in partite come queste".

SARRI - "Ha tantissimi meriti e il primo è sicuramente quello di aver dato un gioco spettacolare al Napoli che arriva al goal con facilità. L’appunto che posso muovergli è che parla troppo di budget e il Napoli alla fine i punti li ha persi proprio con le squadre con un budget inferiore".

POSSONO INTERESSARTI ANCHE...

"[embedcontent src="videogazzetta" url="http://video.gazzetta.it/tardelli-urlo-piu-famoso-sempre/1c5e2a66-81a9-11e6-97b5-c73b11df7166"]

Potresti esserti perso