Inter, Marotta lancia l’allarme: “Covid ha fatto diminuire fatturato e situazione per il calcio è devastante”

L’ad nerazzurro molto preoccupato per la situazione economica

di Redazione ITASportPress
Inter Marotta

La crisi del calcio si acuisce con l’emergenza sanitaria che ha causato la fuoriuscita dagli stadi degli spettatori. Lancia un segnale di allarme l’ad dell’Inter, Beppe Marotta, che intervenuto nel corso di Glocal 2020, il Festival del Giornalismo organizzato da VareseNews, ha detto: ​“La situazione per il calcio italiano è devastante. ​Facemmo le prime riunioni in Lega con advisor come Deloitte per stimare le cifre dei danni e vedere quale sarebbe stato lo scenario a breve e medio termine, la situazione era ed è devastante. Il grande problema che oggi ha il calcio è che il costo del lavoro è sproporzionato rispetto al fatturato che si faceva e che si fa. Oggi siamo davanti a un fatturato che è diminuito concretamente vista l’assenza dei ricavi da botteghino, dei ricavi da sponsor che hanno hanno cominciato a scappare e a ridurre gli investimenti e infine il tema dei diritti tv -riporta calciomercato.com- Tutto questo a fronte del fatto che gli azionisti negli ultimi anni hanno ricapitalizzato per 2,5 miliardi circa. Già prima la perdita normale era di circa 700 milioni annui. Oggi davanti c’è una situazione molto più grave”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy