Inter, Spalletti: “Basta odio nel calcio. Condanno quanto accaduto, senza se e senza ma. Siamo vicini a Koulibaly…”

“Torna Nainggolan ma devo valutare bene, lui e tutti gli altri”

di Redazione ITASportPress

Luciano Spalletti, allenatore dell’Inter, ha parlato alla vigilia della sfida di campionato contro l’Empoli valida per la 19^ giornata di Serie A. Ultima gara del girone d’andata che arriva dopo l’importantissimo successo ottenuto a San Siro contro il Napoli.

I nerazzurri vogliono proseguire nel buon momento e chiudere l’anno con una vittoria. Ecco le parole del tecnico che ha presentato la gara del Castellani:

CONDANNA – Tema principale della conferenza è senza dubbio l’episodio di razzismo nei confronti del difensore del Napoli Koulibaly nell’ultima gara giocata a San Siro: “La mia è una posizione di condanna, senza se e senza ma. È arrivato il momento di dire basta ai cori razzisti, discriminatori, contro l’Heysel, la tragedia di Superga o un singolo allenatore. Diciamo basta all’odio nel calcio”. E continua: “Il risultato della gara non ha niente a che vedere con gli episodi accaduti. La proposta di far indossare la fascia da capitano ad Asamoah? Se dobbiamo ribadire da che parte stiamo, lo facciamo volentieri. Ma siamo in dovere di farlo a lungo termine”.

CAMBIARE – “Le cose si cambiano con il continuo e ripetuto impegno quotidiano. Nel caso contrario, diventa difficile modificare una mentalità e un certo tipo di comportamento e fosse stato giusto sospendere il campionato? Poteva essere una risposta momentanea,ma sono tanti gli episodi già accaduti. Ci dispiace per Koulibaly, siamo al suo fianco. Ma non va bene neanche andare ad offendere un allenatore per novanta minuti. Vogliamo vivere le partite in un contesto differente. Come accade in diversi altri paesi, dove la gente vuole andare allo stadio per divertirsi e festeggiare, anche con i tifosi della squadra avversaria”.

SENZA PUBBLICO – In merito alla decisione di chiudere la curva nerazzurra: “Se la squadra potrà patire l’assenza del pubblico nelle prossime gare a San Siro? Il dispiacere è tanto. Ma se il premio è quello di impegnarsi per poter vincere questa battaglia, lo accettiamo volentieri”.

CHI GIOCA – “Nainggolan? Torna a disposizione. Valuterò bene, è passato poco tempo e probabilmente qualche cosa cambierò rispetto a quella che è stata la formazione iniziale schierata contro il Napoli. Il belga è dentro le valutazioni, come tutti gli altri”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy