Inter, Spalletti: “Sarà determinante fare risultato. Icardi? Chiedete a Marotta…”

Inter, Spalletti: “Sarà determinante fare risultato. Icardi? Chiedete a Marotta…”

“Sarebbe bello festeggiare i 111 anni del club, con tanti numeri 1 presenti, tutti insieme per un epilogo migliore possibile”

di Redazione ITASportPress

Vigilia di campionato per l’Inter di Luciano Spalletti che domenica pomeriggio sfiderà la Spal a San Siro. Dopo lo 0-0 in Europa League contro l’Eintracht Francoforte e prima del ritorno sempre tra le mura amiche del Meazza, i nerazzurri sono chiamati a difendere le posizioni che valgono l’accesso alla prossima edizione della Champions League.

Intervenuto in conferenza stampa, l’allenatore di Certaldo ha presentato la sfida contro gli uomini di Semplici. Ecco le sue parole:

VINCERE – “Quando le gare sono ravvicinate, rimettere le cose a posto la parte fisica lo fa la prestazione. A Francoforte ci siamo riusciti, ma poi i giorni e le ore sono veramente poche per recuperare. Può succedere di sostituire dei titolati con altri titolari. Perisic? Un po’ affaticato ma è a disposizione. Keita? Ha svolto gli ultimi allenamenti nel modo corretto, lo valutiamo”. “San Siro sarà d’aiuto? Siamo abituati ad un pubblico molto presente a San Siro. Loro vogliono avere una parte importante in questo percorso, assumersi delle responsabilità. Domani con noi altri 65mila numeri uno. “Corsa Champions? I risultati diventano importanti per mantenere un posto tra i primi quattro. I nostri calciatori sono tutti top, sarebbe bello festeggiare i 111 anni del club, con tanti numeri 1 presenti, tutti insieme per un epilogo migliore possibile”.

ICARDI – “Non sono molto aggiornato sugli ultimi sviluppi, ma chi meglio del direttore Marotta può dirlo. Ha esperienza e professionalità abbastanza per tutelare tutte le componenti. Io devo solo creare attenzioni sul tempo a disposizione. Va usato nel miglior modo possibile, serve mettere in campo il valore che il club merita”. “Se può essere disponibile? Gli allenamenti servono, ma se hai sempre giocato non sono dieci giorni a cambiare le cose. Ci sono situazioni più complicate da gestire”.

EUROPA LEAGUE – “Stiamo pensando alla partita di domani, poi faremo tutte le valutazioni del caso per quella che sarà la settimana da affrontare”. “L’ammonizione di Lautaro Martinez? Ho fatto una raccomandazione a Lautaro subito dopo la sua precedente ammonizione. Adesso non serve a molto tornarci su”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy