Juve, punto d’oro col Sassuolo. Pari Lazio, Roma ok. Il Lecce crolla

Tutti i risultati della serata

di Redazione ITASportPress

Gol a grappoli nella serata del trentatreesimo turno di Serie A. Al Mapei Stadium di Reggio Emilia è un vero e proprio show tra Juventus e Sassuolo. La Vecchia Signora va avanti, viene rimontata e superata, ma si salva e conserva così la testa della classifica. Anche perché la Lazio non dà segni di ripresa e pareggia sul campo dell’Udinese, ringraziando il proprio portiere. Spettacolo anche tra Roma e Hellas Verona: i capitolini vincono per 2-1. Nella lotta salvezza, brusco stop per il Lecce, travolto dalla Fiorentina.

SASSUOLO-JUVENTUS – Pronti via e la Juventus è già in vantaggio. Dopo 5 minuti è Danilo a sbloccare il risultato con una sassata da fuori area sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Higuain raddoppia pescato sul filo del fuorigioco. Poi scatta la reazione del Sassuolo. Szczesny si esalta in almeno tre occasioni con grandi interventi, ma capitola di fronte a Djuricic che accorcia le distanze in mischia. Nella ripresa in tre minuti arriva il ribaltone neroverde: al 51′ Berardi segna con una punizione perfetta e poco dopo ecco il vantaggio con Caputo che beffa la difesa bianconera con un inserimento sul secondo palo. Alex Sandro salva gli uomini di Sarri.

UDINESE-LAZIO – L’avvio di gara è chiaramente biancoceleste. La Lazio sfiora il vantaggio con Luis Alberto in due occasioni, con Immobile e Lazzari, ma il fortino friulano regge. Becao e De Paul vanno vicini al gol per l’Udinese e serve una grande prestazione di Strakosha per salvare gli uomini di Inzaghi. Nella ripresa il portiere albanese evita il tracollo biancoceleste con due strepitose parate, una su Lasagna e una su De Paul. All’ultimo minuto è il palo a salvare la Lazio. Finisce 0-0.

ROMA-VERONA – All’Olimpico va in scena un crocevia importante nella lotta per l’Europa League. La Roma soffre i ritmi elevati del Verona, ma è la squadra che sblocca il punteggio: Pellegrini viene atterrato in area e Veretout realizza dal dischetto. Gli scaligeri spingono e vanno vicini al gol in più occasioni. Tuttavia, quando la Roma si affaccia dalle parti di Silvestri, fa malissimo. Così sul finire di primo tempo è Dzeko a siglare il 2-0 con un perfetto colpo di testa. In apertura di ripresa il Verona accorcia le distanze con un bel colpo di tacco di Pessina. La Roma punge in contropiede, ma spreca con Mkhitaryan e Dzeko. I giallorossi si impongono comunque per 2-1.

LECCE-FIORENTINA – Il Lecce deve mettere pressione al Genoa, ma contro la Fiorentina gira tutto male per gli uomini di Liverani. Dapprima un errore di Rispoli innesca il vantaggio della Viola con Chiesa. Pulgar fallisce un rigore poco dopo, facendosi ipnotizzare da Gabriel. La Fiorentina non si scompone per l’errore e piazza un devastante uno-due. Prima Ghezzal va a segno su punizione e poi arriva il gol di Cutrone con un perfetto inserimento. Nel finale il Lecce segna la rete della bandiera con Shakov. Finisce 3-1 per i viola.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy