ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

LA VIGILIA

Juventus, Allegri: “Contro Inter non decisiva. Loro favoriti per scudetto”

Juventus Allegri (getty images)

Il tecnico alla vigilia di campionato

Redazione ITASportPress

Vigilia di campionato per la Juventus di MassimilianoAllegri che sarà chiamata al derby d'Italia contro l'Inter domani sera per la sfida valida per la 9^ giornata di Serie A. Il tecnico della Vecchia Signora ha parlato in conferenza stampa dei temi caldi del big match.

Inter-Juventus, parla Allegri

 Allegri (Getty Images)

Sul momento della Juventus, Allegri ha detto: "Come arriviamo alla partita? Lo vedremo domani. Credo sarà una bellissima serata anche perché ci saranno circa 60mila spettatori, tante aspettative da parte di tutti. Sarà una bella partita fra due squadre importanti, l'Inter secondo me è ancora la favorita per vincere lo scudetto. Un test importante contro una squadra forte".

Sull'importanza del derby d'Italia: "Decisiva? Secondo me no, permetterebbe a noi di allungare la striscia di risultati e avvicinarci nelle posizioni più alte. Ai fini della classifica era molto più decisiva quella con la Roma".

Si passa alla squadra bianconera e a chi potrebbe esserci: "La formazione devo ancora deciderla. Forse neanche oggi deciderò, lo farò veramente domani mattina. Chiesa anche l’altro giorno ha fatto una buona partita, Chiellini è pronto per giocare, Bonucci, De Ligt e Rugani stanno bene. Quando De Ligt sarà pronto per giocare nel centrodestra dei tre potranno giocare anche tre difensori". Un focus su Dybala: "Sarà a disposizione, sta bene e ha fatto due allenamenti con la squadra. Siamo quasi al completo come disponibilità. Questo è importante perché ho bisogno di tutti come successo in Russia dove chi è entrato è stato decisivo".

"Se in passato sono stato vicino all'Inter? In due anni è passata tanto acqua sotto ai ponti. Mi hanno accostato a tutti ma sono contento di stare alla Juve".

Sulle parole di Bonucci su Cristiano Ronaldo: "Quando hai un giocatore come Ronaldo che fa 30 gol in stagione è normale che la squadra si appoggi su di lui. È normale che senza Cristiano ognuno ha più responsabilità e dobbiamo trovare gol dai giocatori che abbiamo".

Infine su Arhtur e Rabiot: "Rabiot lo vedo oggi ma senza allenamento è difficile. Su Arthur posso dire che alza la qualità della squadra ma è tanti mesi che non gioca una partita. Quando sarà in forma sarà importante per la squadra".

tutte le notizie di