Juventus, Allegri: “Pescara? La gara post sosta è la più pericolosa. Higuain gioca, è tornato sorridente”

Juventus, Allegri: “Pescara? La gara post sosta è la più pericolosa. Higuain gioca, è tornato sorridente”

“Attraverso queste gare passano gli scudetti”

di Redazione ITASportPress

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Pescara. Ecco quanto dichiarato dal tecnico bianconero: “Abbiamo tre obiettivi, qualificazione agli ottavi di finale della Champions League, mantenere il primo posto e vincere la Supercoppa italiana”.

PESCARA – “La gara post sosta è la più pericolosa. Il Pescara ha delle difficoltà di classifica, ma gioca bene e crea molto. Spesso non ha meritato di perdere. Noi dobbiamo sapere che abbiamo solo la vittoria davanti a noi, attraverso queste gare passano gli scudetti. Oddo ha già vinto un campionato e sta dimostrando di avere ottime idee. Ha bisogno di fare esperienza, di sbagliare per migliorare”.

SINGOLI – “Higuain gioca, ieri ha fatto recupero. È tornato sorridente, perché non dovrebbe essere contento?. Marchisio sta bene, devo decidere domani. Chiellini va valutato, così come Pjanic, per Pjaca siamo lontani. Dybala si è fatto male i 22 ottobre, meno di un mese fa. Non ci sono state ricadute o errori. Benatia è rientrato con un dolore al ginocchio. Khedira gioca sicuramente. Kean? Sta crescendo, gli va dato tempo. Ha fatto bene appena arrivato, ma poi ha avuto un calo. La prima squadra è diversa dalla Primavera, deve essere pronto per giocare. Lichtsteiner vuole tornare nella lista della Champions League? Fa bene, sarebbe male il contrario. Sta facendo bene e quando viene messo in campo fa del suo meglio. La lista Champions League non intacca il mio pensiero si di lui. Dani Alves sta fino a domani in vacanza, ho cercato di gestire tutti i nazionali così perché hanno bisogno anche di rifiatare. Rugani ha buone possibilità di giocare domani, ha fatto una buona gara con l’Italia. È un giocatore importante per la Juventus e per gli azzurri. Fino a qualche mese fa si diceva che in Italia mancavano i giovani, questa è la dimostrazione che in Italia ce ne sono. Possono garantire un buon futuro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy