Juventus, Allegri: “Su Ronaldo serve prudenza. Kean? Qualità non in dubbio…”

Juventus, Allegri: “Su Ronaldo serve prudenza. Kean? Qualità non in dubbio…”

“Dybala sa di essere importante e farà un gran finale di stagione”

di Redazione ITASportPress

Vigilia di campionato per la Juventus di Massimiliano Allegri che domani affronterà l’Empoli nel match valido per la 29^ giornata di Serie A. Nel classico appuntamento con la stampa, il tecnico bianconero ha presentato la gara contro gli uomini di Andreazzoli. Ecco le sue parole:

CRISTIANO RONALDO E KEAN – “CR7 a Barcellona? Aveva il giorno libero… Comunque sta bene, ha ricominciato a muoversi. Ci vuole prudenza, perché siamo in una fase delicata. Meglio saltare una partita, rientrerà quando sarà al meglio e non ci sarà pericolo di ricadute”. E su chi potrebbe essere il suo sostituto: “Kean? I percorsi vanno costruiti passo passo. E’ un ragazzo di 19 anni, la mia preoccupazione è il suo recupero da questo momento, come per tutti i giovani. Ci vuole calma. Che abbia le qualità del goleador è fuori di dubbio. Ma bisogna fargli fare il suo normale percorso e lasciarlo crescere. Il mio compito è tutelarlo”.

CHI GIOCA – “Hanno recuperato tutti dalle Nazionali, e abbiamo ancora un giorno di tempo. Domani saremo tutti in ottima condizione fisica, ma quella che farà la differenza sarà la condizione mentale. Dobbiamo avvicinarci alla meta del campionato. Lunedì Cristiano farà gli esami di controllo e li farà anche Douglas Costa, in modo da poter riprendere a pieno ritmo per la Champions League. De Sciglio è a disposizione, Cuadrado lo sarà fra una decina di giorni, per Khedira vediamo la prossima settiman”. “Domani riposerà Bonucci. In attacco è probabile che giochino Dybala, Mandzukic e Bernardeschi”. “Il rischio mentale è dovuto alla sosta, che fa un po’ staccare la spina, e poi al fatto che ci si può distrarre con 15 punti di vantaggio. Ma quando abbiamo perso a Genova eravamo tutti arrabbiati; domani dobbiamo fare una prestazione solida”.

LA PARTITA – “Domani dobbiamo fare una partita seria, con grande rispetto. E vincere: esigo una squadra tosta. A Genova non avevamo la cattiveria giusta, che sarebbe stata sufficiente per ribaltare il risultato. Ci servono 5 vittorie: cominciamo da domani”. “La partita è molto importante, abbiamo tante sfide da qui a 22 aprile, 5 di campionato e 2 di Champions League. Ritrovarci in un vortice è un attimo, quindi non dobbiamo staccare la spina pensando di aver già vinto il campionato”. “Rugani è un ragazzo responsabile ed è cresciuto molto: ha fatto bene la società a rinnovargli il contratto”.  Dybala? Ci ho parlato e sa di essere importante. Farà un grande finale di stagione”. “Anticipare col Milan? Giusto giocare quando ci dicono di farlo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy