ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

L'opinione

Juventus, Zoff: “La batosta inglese è stata dura”

(Getty Images)

Il ko di Champions League sotto la lente di ingrandimento dell'ex portiere della Juve

Redazione ITASportPress

A “1 Football Club” su 1 Station Radio, è intervenuto Dino Zoff, campione d’Europa con l’Italia nel 1968 e del mondo nel 1982, ed ex calciatore, fra le tante, di Napoli e Juventus che ha parlato della corsa al tricolore: "Il campionato non è mai stato chiuso: con i tre punti tutto è possibile. Un anno ho preso una squadra a metà, aveva 13 punti e siamo arrivati in alto. Certo, quest’anno sono le due le squadre da recuperare di ottima caratura, ma con i tre punti si può fare di tutto. Il Verona mi ha stupito molto, ha fatto vedere delle cose bellissime nella prima parte della stagione, per cui Tudor è quello che mi ha sorpreso maggiormente.

Juventus? Dopo aver vinto tanto è normale che ci sia un momento di rifondazione: arrivano nuovi giocatori che non si conoscono al 100%, c’è una transizione normale. Certo, questa batosta inglese è stata dura, ma non c’entra la Juventus. Le nostre squadre in Europa soffrono la Serie A, campionato spezzettato con troppe ammonizioni. Maradona? Diego è tutto un ricordo, è stato il calcio in assoluto. Chi ha potuto vederlo per anni come i napoletani è stato privilegiato. Sono giocatori fuori regola, fuori portata. Non mi sono mai azzardato a criticare il suo comportamento perché ogni artista ha il suo modo di essere, anzi ho sempre ammirato e invidiato questi fenomeni. Rockstar? Di quelle ce ne sono tante, lui era molto di più, era unico”.

 (Getty Images)
tutte le notizie di