Kean, il padre: “Gesto bruttissimo contro mio figlio. Futuro? Lo vedrei bene al Napoli…”

Kean, il padre: “Gesto bruttissimo contro mio figlio. Futuro? Lo vedrei bene al Napoli…”

“Non ho visto nessun tipo di provocazione da parte di mio figlio”

di Redazione ITASportPress

Moise Kean continua a prendersi la scena. Questa volta, oltre che per l’ennesimo gol realizzato sul campo, per i fatti avvenuti nei suoi confronti alla Sardegna Arena. Insulti e ululati a sfondo razzista che hanno condizionato il finale di gara tra Cagliari e Juventus e hanno caratterizzato le ultime ore.

A parlare di quanto accaduto nella notte in Sardegna, ma non solo, è stato Biourou Jean Kean, padre dell’attaccante della Juventus, ai microfoni di Radio Crc.

DIFESA E CONDANNA – “Il gesto di ieri verso mio figlio è stato bruttissimo. I ragazzi sono tutti uguali e ogni calciatore ha un suo modo di esultare dopo aver fatto un gol. Non ho visto nessun tipo di provocazione da parte di mio figlio, in campo. Quando fa goal, balla sempre davanti i tifosi. Queste persone sono ignoranti. Il calcio è divertimento. Mio figlio è tranquillissimo e gli ho consigliato di non guardare alle cose che gli stanno capitando. Per quanto riguarda la politica, appoggio Salvini come capitano. Quando ascolto Salvini dire ‘aiutamoli a casa loro’ credo che non sia una cosa sbagliata perchè è la verità. Io sono arrivato in Italia e ho imparato tutto sul riso e sul mais, dalla raccolta alla trasformazione ma preferirei averlo fatto nella mia terra. Il mio dire sono nero fuori e bianco nel sangue era una battuta per dimostrare la mia fedeltà alla Juventus“.

FUTURO –  Una battuta poi sul futuro del figlio: “Alla Juventus, Moise è a casa sua. Al Napoli lo vedrei bene in prestito perchè mi piace il gioco della squadra ma poi, dovrebbe tornare alla Juventus. Il razzismo non deve più esistere. Dobbiamo crescere nella testa e nel comportamento”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy