L’atalantino Zapata spaventa la Juventus poi entra Ronaldo e firma il 2-2

La capolista rischia grosso a Bergamo

di Redazione ITASportPress

La prima Juventus senza Ronaldo dal 1′ rischia di cadere clamorosamente a Bergamo contro un’Atalanta sfrontata che ha sfidato la capolista con spirito battagliero e grande determinazione che da sempre la contraddistingue. Nonostante l’autogol al secondo minuto di Djimsiti, l’undici di Gasperini non si è demoralizzato ed ha trovato in Zapata l’assaltatore speciale per frantumare il muro bianconero. Pareggio d’autore per il modo in cui si è liberato di Bonucci e poi ha freddato Szczesny del numero 91 bergamasco che con un bel diagonale ha firmato l’1-1. Il bomber della Dea si è ripetuto nella ripresa perforando la difesa bianconera di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 56′. Juventus decisamente meno attenta e molto impacciata nella manovra che ha perso tre minuti prima del raddoppio nerazzurro Bentancur per doppio giallo. Solo al 64′ Allegri ha spedito in campo Cristiano Ronaldo al posto di Khedira. Una mossa che ha cambiato l’esito dell’incontro. L’asso portoghese infatti ha pareggiato di testa poco dopo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Per la Juventus evitata la prima sconfitta in campionato che avrebbe potuto riaprire il torneo nel caso in cui il Napoli dovesse passare sul terreno dell’Inter.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy