Lazio, Inzaghi: “Concesso poco o nulla, unico rammarico non aver segnato il secondo gol”

Lazio, Inzaghi: “Concesso poco o nulla, unico rammarico non aver segnato il secondo gol”

Il commento del tecnico biancoceleste dopo l’1-0 all’Inter

di Redazione ITASportPress
simone inzaghi

Vittoria fondamentale per la Lazio in casa dell’Inter e zona Champions distante 3 punti (con anche una partita da recuperare). L’1-0 di San Siro porta la firma di Milinkovic-Savic. Ecco le parole di Simone Inzaghi a Sky Sport: “Avremo molte partite ravvicinate da qui alla fine, dobbiamo rimanere concentrati. I risultati delle altre mi interessano relativamente, guardo la mia squadra: venivamo da un ottimo momento, nonostante le perdite di Patric e Radu durante la sosta. Sono scesi altri in campo al loro posto e il risultato non è cambiato: abbiamo avuto personalità, unico rammarico non aver realizzato il secondo gol. Concesso pochissimo, solo qualche cross”.

SVOLTA – “Dopo la partita con la Fiorentina ero arrabbiato, avevamo fatto i 45′ più belli della mia gestione e poi siamo stati rimontati. Già a dicembre con il Cagliari c’è stata una svolta, cambiando assetto tattico; in più abbiamo ritrovato da gennaio alcuni giocatori fondamentali come Lucas Leiva. La qualità cresce con tutti gli effettivi a disposizione, toccando ferro credo che possiamo migliorare ancora se tutto rimane così”.

VARIE – Su Correa, uscito anzitempo per un problema alla schiena: “Aveva preso un antidolorifico prima di giocare, poi però ha dovuto chiedere il cambio. Caicedo è entrato al suo posto e mi ha ripagato nel migliore dei modi”. Su Handanovic: “Ha fatto 3 miracoli su Bastos e Luis Alberto. Comunque i ragazzi sono stati bravissimi”. Su Milinkovic-Savic, ritrovato: “Era al Mondiale, arrivò al ritiro estivo solo alla fine. Il calo era fisiologico, poi l’infortunio di novembre e dicembre lo ha rallentato un po’”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy