Lazio, Inzaghi: “Mancano ancora tre finalissime per noi, la prima sarà…”

Il tecnico biancoceleste ha analizzato la vittoria di Cagliari

di Redazione ITASportPress
Inzaghi

La Lazio si rilancia nella corsa all’Europa, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi ha esaltato la propria squadra dopo la vittoria con il Cagliari, che carica anche in vista della finale di Coppa Italia di mercoledì contro l’Atalanta: “I ragazzi hanno fatto una grande gara, avremmo dovuto chiedere il primo tempo con un vantaggio più largo -riporta tmw.com-. Invece abbiamo mancato la finalizzazione per demerito e sfortuna. È stato un piacere vederli giocare”, ha detto ai microfoni di Sky Sport.
Ha qualche rimpianto? “Tutti hanno dei rimpianti. Guardiamo la classifica, siamo a un punto da Roma e Milan, come le altre abbiamo fatto meno punti. Abbiamo pagato qualche infortunio o episodio che non è girato a nostro favore ma siamo qui a maggio a giocarci cose importanti per il terzo anno consecutivo. Posso solo ringraziare la squadra, che mi dà sempre tutto”.
Come giudica la stagione: “Mancano ancora tre finalissime per noi, la prima sarà anche la più difficile contro una squadra che abbiamo affrontato poco fa. Sarà una partita aperta e dovremmo essere bravi a far girare gli episodi dalla nostra parte. Il giudizio è giusto darlo nell’arco dei tre anni per gioco e risultati. Giocheremo davanti ai nostri tifosi e faremo di tutto per trascinarli con noi”.
Chi giocherà in attacco? “Ha detto bene Correa, siamo tanti e bisogna accettare le scelte. Sono più importanti quelli che entrano, i nostri 3 attaccanti meriterebbero tutti di giocare. Caicedo ed Immobile alla pari? Sì così come Correa, ma credo ne giocheranno soltanto due e spero di fare le scelte giuste. Chi rimarrà fuori, mi dovrà dare una mano a gara in corsa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy