Lecce, Lucioni: “Ripresa Serie A? Sarà come calcio d’agosto ma siamo pronti”

“Abbiamo visto anche il campionato tedesco. Ci saranno le squadre lunghe ogni tanto”

di Redazione ITASportPress
Lucioni

Fabio Lucioni è pronto a questo nuovo inizio di campionato. Il capitano del Lecce ha parlato ai microfoni del sito ufficiale del club sulla ripartenza della Serie A e la lotta alla salvezza toccando diversi aspetti di quello che sarà a tutti gli effetti un nuovo torneo.

PRONTI – “Se sono pronto? Credo che abbiamo lavorato molto bene. Abbiamo lavorato in questo mini ritiro per stare meglio fisicamente. Sicuramente adesso stiamo meglio rispetto ai primi giorni. Credo sia stata tanta la voglia di riprendere. L’aspetto mentale ha fatto molto. C’era tanta voglia di tornare a fare il nostro. Ci sono stati giorni di grande fatica ma a livello mentale è stato un sollievo”. “Su cosa ci stiamo concentrando? Abbiamo lavorato fisicamente, perché due mesi e mezzo di stop hanno causato una perdita di condizione”.

COME SARA’ – “Credo si rivedrà un po’ il calcio d’agosto dello scorso anno. Abbiamo visto anche il campionato tedesco. Ci saranno le squadre lunghe ogni tanto. Spetterà all’attenzione di ogni squadra evitare questo”.

REGOLE – “A livello di attenzione cambia tanto. Ci sono tanti vincoli da rispettare. Dobbiamo comportarci in una certa maniera. Questo protocollo è sicuramente qualcosa che non abbiamo mai avuto. Occorrerà stare sul pezzo anche su questo”.

LECCE – “Un mini torneo? Dobbiamo farci consigliare dallo staff medico e dai nutrizionisti per recuperare al meglio dopo ogni gara. Il tempo tra una partita e l’altra è davvero poco. Dobbiamo provare a farci aiutare da loro per affrontare ogni match”. “Identità e gruppo nostri pregi? Sì, assolutamente. Siamo uomini veri e questo ci permetterà di arrivare fino alla fine. Io e Rossettini siamo i pilastri? Significa che il lavoro che facciamo tutti i giorni è visto dal mister”.

CALCIO GIOCATO – E sul prossimo avversario, il Milan: “Servirà fame, attenzione e tanta voglia. Potrebbero avere un ritmo differente dal nostro, ma noi giochiamo in casa e dobbiamo alzare l’asticella a livello mentale per raccogliere più punti possibili”. “Calendario? Si ricomincia da capo. Siamo alla pari col Genoa e dobbiamo fare in modo che ci siano tre squadre sotto di noi”. “Il nostro pubblico ci mancherà tantissimo ma mi auguro di poter sentire il loro calore come accade tutti i giorni in città. Ci sono sempre stati accanto e davvero mancheranno tanto allo stadio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy