Lecce, Mancosu: “Attenzione a peso e cibo. Mi manca il campo e l’umore non è dei migliori…”

Lecce, Mancosu: “Attenzione a peso e cibo. Mi manca il campo e l’umore non è dei migliori…”

“Speriamo di uscire da questo momento il prima possibile”

di Redazione ITASportPress

L’emergenza coronavirus ha colpito anche il mondo del pallone e la routine dei calciatori costretti a rimanere a casa e provare a mantenersi in forma con allenamenti improvvisati e dieta controllata. A parlare del difficile momento è stato il trequartista del Lecce Marco Mancosu che ha rilasciato alcune dichiarazioni riportate dal sito ufficiale del club.

A CASA – L’isolamento è duro e Mancosu non lo nasconde: ” Non possiamo mollare di un millimetro. Io cerco di allenarmi a casa. Ho un giardino ed eseguo gli esercizi in base alle direttive ricevute dallo staff, che ci ha dato indicazioni anche per l’alimentazione da seguire”. “Come passo il tempo? Leggo molto perché amo approfondire argomenti che non conosco. In questo periodo mi sto interessando a temi legati alla finanza.Ma la maggior parte del tempo la passo con mia moglie e con mia figlia. Tra compiti di scuola e film”.

CALCIO – “Ho sentito mister Liverani di recente. Ha tutto sotto controllo, per quanto sia possibile in questo periodo difficile. Tocca soprattutto a ciascuno di noi essere professionista impeccabile”. “Se ci sentiamo con i compagni di squadra? Abbiamo un gruppo whatsapp delle comunicazioni. L’umore non è dei migliori, vista la situazione. Ci manca il campo, la normalità degli allenamenti. Abbiamo il problema di riuscire a mantenerci in forma”. E a proposito di campo: “Un gol che non dimenticherò? Quello dell’1-1 segnato all’Inter. Mi ha regalato emozioni incredibili. Il più spettacolare quello realizzato a Napoli. Tra le gare disputate, come prova d’assieme, sceglierei quella con la Lazio, nonostante l’abbiamo persa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy