Lega Serie A, ad De Siervo: “Lo stadio aperto ai soli vaccinati è una ipotesi”

Potrebbe arrivare presto il giorno in cui i tifosi torneranno allo stadio

di Redazione ITASportPress
Serie A

Il calcio è dei tifosi e senza il pubblico allo stadio la partita non è la stessa così come l’impegno dei calciatori stimolati dall’entusiasmo dei sostenitori. Si spera che con i vaccini si apra qualche spiraglio come ha ammesso Luigi De Siervo, ad della Lega calcio. «Stiamo combattendo nelle sedi istituzionali affinché gli stadi vengano riaperti al pubblico. Nel luglio scorso abbiamo presentato al Governo un lavoro di analisi tecnica per chiedere la riapertura al momento opportuno, con pudore e con rispetto». Il tutto, oltre al fatto che secondo una stima della Gazzetta la A senza pubblico rischia di perdere 370 milioni. Nella scenografia della Sala del tricolore – che qui nacque il 7 gennaio 1797 -, De Siervo presenta la finale di Supercoppa ma inevitabilmente il desiderio di pubblico fa sterzare la sceneggiatura. «Ci sono tante modalità possibili per avere più di mille spettatori: gli ampi spazi dello stadio consentono di rispettare il distanziamento. Magari uno stadio aperto ai soli vaccinati per iniziare? Perché no, è un’ipotesi auspicabile». Lo riporta la Gazzetta dello Sport.

Getty images

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy