Lo Monaco: “Caso Spinazzola esempio squallido del nostro calcio. Io non lo farei più giocare”

Lo Monaco: “Caso Spinazzola esempio squallido del nostro calcio. Io non lo farei più giocare”

Leonardo Spinazzola è «un patrimonio» della Juventus, ma anche un terzino in prestito per un altro anno ancora all’Atalanta che vuole tenerselo per fare strada in Europa. Il calciatore però fa pressioni agli orobici per andare a Torino e contro la Roma pur convocato non ha giocato restando a casa.

di Redazione ITASportPress

Non si conoscono ancora gli sviluppi del braccio di ferro in atto tra l’Assocalciatori e la Lega Pro in merito alla questione sul numero di over tesserabili. L’AIC ha minacciato di far saltare la prima giornata di Serie c se non verranno accolte le loro istanze che prevedono il passaggio dagli attuali 14 a 16 calciatori over tesserabili. L’ad del Catania Pietro Lo Monaco, ha preso una posizione netta in merito alla problematica: “Avere due over in più ci farebbe comodo a noi e a tutti i club di C, ma a onor del vero bisogna dire che la Lega Pro due anni fa aveva avvisato tutte le società di questo cambiamento del regolamento. Io dico che il campionato di Serie C comporta investimenti pazzeschi. I costi sono alti mentre gli introiti sono bassi e non mettono nelle condizioni le società di poter soddisfare tutti gli impegni. Il presidente Gravina fa bene a imporsi ammettendo che la Lega Pro non tornerà indietro sul numero degli over tesserabili. Se fossi l’AIC mi preoccuperei di altre cose e non di questa problematica. E’ vero che si perdono 130 posti di lavoro, ma è anche vero che c’è una super tutela del calciatore dalla A alla Z a danno delle società mentre si susseguono episodi che fanno male al calcio con giocatori di Serie A che decidono di stare a casa. Io li farei smettere di giocare a calcio. Imporre i trasferimenti alle società come nei casi di Kondogbia e Spinazzola è un esempio squallido del nostro calcio. Questo modo di fare dovrebbe spingere l’Assocalciatori a intervenire visto che si consegna il calcio ai procuratori e non ai calciatori. L’AIC dimentica che ritardare l’inizio del campionato, comporta enormi danni ai club. Questo sciopero mi sembra dannoso e inutile”

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ariddu - 2 anni fa

    Ma che articolo è???
    Si parla di Spinazzola o degli over di serie C?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy