Lo Spezia pensa in grande: pronto a far suo lo stadio Picco per 5-6 milioni di euro

La squadra sta giocando al momento al Manuzzi di Cesena

di Redazione ITASportPress

Sei partite disputate e cinque punti conquistati. Non male per una neo promossa al primo anno in assoluto in Serie A. Lo Spezia, tra l’altro, in questo momento sarebbe salvo. La squadra di mister Italiano, però, pensa in grande e lo fa sul campo ma anche fuori. La società, infatti, vuole far suo lo stadio Alberto Picco nel quale in questa stagione non ha ancora potuto giocare perché sono in corso i lavori per metterlo a norma secondo il regolamento della Lega Serie A.

I bianconeri stanno disputando le sfide casalinghe al Dino Manuzzi di Cesena ma non vedono l’ora di poter tornare “a casa”. Uno stadio che, con molta probabilità, diventerà presto suo.

Spezia: il Picco diventa di proprietà del club

Spezia
Spezia (Getty Images)

Come riporta Calcio e Finanza, lo Spezia vuole comprare lo stadio Alberto Picco. Il Comune, proprietario dell’impianto ad oggi, ha deciso di metterlo in vendita. Si tratta di un affare da 5-6 milioni di euro. Trattandosi di un bene pubblico, non si potrà effettuare una trattativa privata, ma nel frattempo la proposta è stata recapitata al club presieduto da Stefano Chisoli. Il coinvolgimento dei proprietari della holding Orlean Invest, di cui è amministratore delegato Gianpiero Fiorani, è d’obbligo, ma l’ultima parola spetta al patron Gabriele Volpi.

Le intenzioni ci sono e il Picco, storico impianto inaugurato nel 1919, sarà presto uno stadio di Serie A di proprietà dello Spezia. Una mossa che mette in evidenza il progetto della società di diventare a tutti gli effetti come le grandi squadre che già hanno fatto questo passo. Prima di tutte la Juventus. La speranza del club è quella di portare presto a termine l’affare e soprattutto di poter giocare già dalla sfida contro la Lazio in casa il prossimo 5 dicembre in quello che diventerà presto il suo stadio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy