Lukaku: “Tosse e febbre nell’Inter a gennaio. Uno di noi quasi svenne”

Lukaku: “Tosse e febbre nell’Inter a gennaio. Uno di noi quasi svenne”

Il racconto del bomber nerazzurro

di Redazione ITASportPress

Da febbraio l’emergenza Coronavirus sta paralizzando ogni aspetto della vita economica e sociale. Tuttavia, c’è chi avanza il sospetto che il virus fosse in circolazione da diverso tempo, ben prima dell’emergenza in Cina e del caso in Italia a Codogno. Il timore viene avanzato anche dalle parole di Romelu Lukaku in un’intervista a Kat Kerkhofs sulla pagina ‘Instagram’ di ‘Vier’. L’attaccante belga dell’Inter ha affermato di aver avuto sintomi preoccupanti qualche mese fa: “Abbiamo avuto una settimana libera a dicembre. Siamo tornati e, giuro, che 23 giocatori su 25 erano malati. Non è uno scherzo. Abbiamo giocato in casa contro il Cagliari di Radja Nainggolan e dopo 25 minuti uno dei nostri difensori (ossia Milan Skriniar, ndr) ha dovuto lasciare il campo. Non poteva continuare ed è quasi svenuto. Tutti tossivano e avevano la febbre. Quando mi sono riscaldato, sono diventato molto più caldo del solito. Non avevo la febbre da anni. Dopo la partita c’era un’altra cena con gli ospiti di Puma in programma, ma ho ringraziato e sono andato dritto a letto. Non abbiamo mai fatto test per il Covid-19 in quel momento, quindi non lo sapremo mai con certezza”. Dunque anche in casa Inter regna la preoccupazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy