Manita Atalanta, poker Napoli. La Roma resta terza: Samp k.o. 1-0

Tutti i risultati del pomeriggio

di Redazione ITASportPress

Cinque squilli per avvertire le altre pretendenti alla zona Champions. L’Atalanta strapazza il Sassuolo con un netto 5-1. Risponde il Napoli con un poker al Cagliari. Per il momento, però, resiste in terza posizione la Roma di Fonseca che vince di misura per 1-0 contro la Sampdoria. Frena la Lazio: a Genova contro il Genoa finisce 1-1. Colpo del Verona che si impone contro lo Spezia. Cade il Parma in casa contro il Torino. Tra Fiorentina e Bologna finisce 0-0.

ATALANTA-SASSUOLO

Doveva essere la festa del gol. Lo è, ma solo per l’Atalanta. La formazione bergamasca realizza cinque reti a partire dal gol di Zapata che sblocca il match. Poi grandina con i centri di Pessina, ancora Zapata, Gosens e Muriel. Di Chiriches il gol della bandiera del Sassuolo.

ROMA-SAMPDORIA

La pioggia bagna il campo dell’Olimpico di Roma. Ne emerge una gara condizionata dai tatticismi e dagli errori. La risolve Dzeko con un tocco ravvicinato su assist di Karsdorp.

GENOA-LAZIO

La Lazio inizia meglio e trova il vantaggio su rigore con Immobile. I biancocelesti sfiorano il raddoppio, ma Perin è decisivo. A inizio ripresa il Genoa trova il pareggio grazie a Destro, autore di un tiro di prima intenzione che batte Reina.

CAGLIARI-NAPOLI

La prima parte di gara è equilibrata con un’occasione per parte. Poi il Napoli trova il vantaggio grazie a Zielinski, servito da Petagna. Il suo missile batte Cragno. Nella ripresa il Cagliari riesce a pareggiare con il solito Joao Pedro, che sfrutta un primo rimpallo e supera Ospina. L’equilibrio dura due minuti. Poi si scatena il Napoli: Zielinski salta un difensore e trafigge il portiere. Quindi Lykogiannis si fa espellere e lascia il Cagliari in inferiorità numerica. Cragno svelta due palle gol, ma Lozano chiude la pratica. Insigne cala il poker dal dischetto.

FIORENTINA-BOLOGNA

L’avvio è favorevole alla Fiorentina che trova in Ribery il trascinatore. Dopo un minuto il francese trova Vlahovic che in mischia colpisce il palo. Il Bologna esce fuori alla distanza e con Palacio arriva per due volte davanti a Dragowski che salva il risultato.

SPEZIA-VERONA

Il primo tempo si conclude in sostanziale equilibrio. A sbloccare il risultato ci pensa al 72′ una magia di Zaccagni. Il centrocampista del Verona si esibisce in una rovesciata che batte imparabilmente il portiere avversario.

PARMA-TORINO

La gara si decide all’8′: filtrante di Belotti per Singo che non sbaglia davanti a Sepe. Le due squadre creano occasioni, ma non trovano la via del gol fino all’89’ quando Izzo chiude la pratica. Gojak cala il tris.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy