Milan, braccio di ferro con Raiola per rinnovo Donnarumma. C’è un ostacolo…

Le parti al momento sono distanti

di Redazione ITASportPress

Tiene banco al Milan il rinnovo del contratto del portiere Gigio Donnarumma. Tra la dirigenza rossonera e l’agente Mino Raiola c’è un dialogo aperto ma finora poco proficuo. Come riporta oggi la Gazzetta dello Sport, il suo procuratore vuole rinnovare per un anno, al massimo due, e non si accontenta di 7,5 milioni di euro messi sul piatto dal Milan per cinque anni. Al contrario, i dirigenti rossoneri cercano di spuntare almeno il prolungamento sino al 2023, quindi due anni. Ivan Gazidis, in un’intervista a Sky, sull’argomento rinnovi che coinvolge oltre a Gigio anche i rossoneri Kessie e Calhanoglu  ha dichiarato: «Vogliamo che restino qui, sono importanti, stiamo facendo di tutto. Faremo tutto il possibile, ma sarà anche una scelta dei giocatori, che rispetteremo. Ma ho fiducia, per un accordo». L’offerta di 75 milioni lordi in 5 anni non ha smosso Raiola che, anzi, punta ad un accordo-ponte, più che ad un prolungamento vero e proprio. Rinnovare sino al 2022 significherebbe solo zittire le voci di un passaggio immediato alla Juve a costo zero, ma non risolverebbe il problema. Anche la soluzione sino al 2023 protegge poco il club. La vicenda entra nella fase decisiva, senza dimenticare che mancano appena 4 mesi alla fine di questo film. Né si sottovaluti che Raiola guardi al dopo Covid con l’opportunità di offerte superiori ai 10 milioni anche dalle big europee.

Donnarumma, getty images
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy