Milan, Brocchi: “I miei giocatori sono i più forti di tutti”

L’allenatore rossonero è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida sul campo del Bologna

di Redazione ITASportPress

Cristian Brocchi, allenatore del Milan, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida sul campo del Bologna. Ecco le dichiarazioni dell’allenatore rossonero: “In questa settimana i ragazzi hanno lavorato bene e mi hanno dimostrato grande voglia. Ho avuto le risposte che volevo e spero che anche in partita mi facciano vedere tutte queste cose positive. Vogliamo vedere l’atteggiamento giusto fin dall’inizio. L’allenamento di stamattina è iniziato subito a 2000 all’ora, speriamo che sia così anche domani. Da quando sono qui ho cercato di dare la possibilità ai giocatori di fare un tipo di corsa e di intensità differente. Il passo giusto non può esserci subito, ma adesso è già da un po’ che stiamo lavorando e quindi spero di vedere presto la condizione che voglio. Tutelerò sempre i miei giocatori finché mi dimostreranno la voglia di lottare e reagire. Non dirò mai che un mio giocatore non è all’altezza, per me sono i più forti di tutti. Io pretendo da loro il massimo, ma loro devono avere grande autostima, che non vuol dire essere presuntuosi. Ogni giocatore deve andare in campo per mettere in mostre le sue qualità”.

I SINGOLI – “Abate è out, ma non è un’infortunio muscolare. Menez ha un problema alla schiena e quindi non ci sarà. A Donnarumma ho detto che se lo vedevo triste gli tiravo un cazzotto. Anche i migliori sbagliano, dove sta il problema? Non gli si può chiedere di più, deve andare avanti con serenità. Ha grandi qualità, non può essere un errore a mettere in dubbio le sue qualità. Calabria? Quando sono arrivato l’ho trovato un po’ triste visto che era un po’ che non giocava. Ora lo vedo meglio, l’ho visto con la testa giusta. Spero che domani possa fare una grande partita perché se lo merita. Su Niang bisogna capire se potrà essere a disposizione. Domenica avrà un test importante, vedremo se da settimana prossima potrà tornare ad allenarsi in gruppo. Se starà bene lo valuterò in base a quello che mi farà vedere sul campo”

CRITICHE E RUMORS – “Le critiche mi danno grande carica e il mio dovere è quello di trasmetterla alla squadra. Anche in questa settimana ci siamo confrontati, ho avuto risposte importanti. Galliani a Madrid? E’ stato invitato da Perez. Le voci sugli incontri, però, ogni tanto sono false. Io non ho tempo per pensare a queste cose, non mi riguardano. Devo pensare solo alla partita di domani e a lavorare”.

CONTESTO TATTICO – “Senza Bonaventura il 4-4-2 non si può fare. I moduli sono solo numeri, quello che è importante è come si interpreta la partita. Per me questa squadra può giocare con il 4-3-1-2 o il 4-3-3, non con il 4-4-2”.

C4

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy