ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

VERSO IL DERBY

Milan, Calabria e il derby: “C’è una cosa che faccio quando scendo in campo…”

Milan Calabria (getty images)

Parla l'esterno e capitano rossonero

Redazione ITASportPress

Inizia l'avvicinamento al derby di Milano e Davide Calabria, esterno e capitano rossonero, si è raccontato ai microfoni di DAZN spiegando le sue emozioni verso la gara contro i "cugini".

TIFOSO - "Sono cresciuto con il Milan di Ancelotti e Allegri. Per un tifoso rossonero è stato un periodo bellissimo. Era bello vedere il derby a casa", ha detto Calabria. Sui suoi inizi al Milan: "Ero un bambino timido, non disturbavo. Ho una foto con Paolo Maldini. Gliel'ho chiesta dopo aver giocato 5 o 6 anni con il figlio. Al Vismara veniva a vedere il figlio e si nascondeva tra i boschi. Avevo 8 anni quando sono entrato nel settore giovanile del Milan. Non è stato facile, soprattutto per i miei genitori. Era una spesa che in una famiglia normale come la nostra si faceva sentire. Mi hanno sempre sostenuto. E' stata dura ma sono stato ripagato".

ATTUALITA' - "Appena entro in campo guardo la Curva Sud. Bellissimo osservare le due curve e le coreografie". E sull'andata e il rigore di Calhanoglu: "Non l'abbiamo presa sul personale. Ero concentrato sulla partita e volevamo ribaltarla. L'abbiamo vissuta come una partita normale. Vale sempre 3 punti. Ognuno fa le scelte migliori per la sua carriera. Calha si sentiva di cambiare e ha preso la sua decisione".

FUTURO - Una chiosa al futuro che l'esterno spera possa essere ancora a tinte rossonere: "Mi auguro di indossare per sempre la maglia del Milan".

 Calabria (getty images)
tutte le notizie di