Milan, Gattuso: “Condannati da un episodio, paghiamo l’ingenuità del rigore”

Milan, Gattuso: “Condannati da un episodio, paghiamo l’ingenuità del rigore”

Le parole del tecnico rossonero dopo l’ennesimo k.o. delle ultime settimane

di Redazione ITASportPress
Gattuso Milan

Milan al tappeto anche contro il Torino. La squadra di Mazzarri vince 2-0 e raggiunge in classifica proprio i rossoneri a 56 punti, sempre più in crisi di gioco e di risultati, scavalcati al quarto posto dalla Roma. Ecco le parole di Gennaro Gattuso a Sky Sport dopo la sconfitta: “Oggi siamo stati condannati da un episodio, quel rigore è stato ingenuo e quando commetti errori così è normale perdere le staffe. Penso che la squadra si sia impegnata, ma in questo momento facciamo fatica. Ci stiamo divertendo meno di due mesi fa e lo stiamo pagando, stiamo pensando troppo e siamo meno brillanti. Non riesco a entrare nella testa dei ragazzi, vorrei sempre una squadra con occhi da tigre, invece non è così. Il mio futuro è legato ai risultati, adesso stiamo facendo fare figuracce a una squadra storica come il Milan.

SCELTE – “Difficilmente quando costruiamo andiamo a verticalizzare, Suso non veniva mai in mezzo al campo, Calhanoglu un po’ meglio. La scelta di Cutrone era in questo senso, ma non è andata bene. Per me non è questione fisica, prima del gol non ricordo occasioni importanti per il Torino, squadra che di media crea moltissimo”.

MASOCHISMO – “Per ripartire serve tranquillità, occorrono risultati positivi. Adesso sembra che ci diamo da soli le mazzate, a Parma un fallo ingenuo ha concesso la punizione del gol, oggi uguale per il rigore. Oggi la squadra ha fatto quello che doveva fare, soprattutto il primo tempo è stato buono, non come a Parma”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy