Milan, Kessié racconta: “Mi chiamano presidente perché sono il capo nello spogliatoio…”

Il centrocampista rivela l’origine del suo soprannome

di Redazione ITASportPress
Kessié

Grande protagonista in campo nel Milan di Stefano Pioli, Franck Kessié si sta confermando leader del centrocampo rossonero e perfetto cecchino dagli undici metri in assenza di Zlatan Ibrahimovic. Il calciatore, in gol nel match di campionato contro il Crotone, ha commentato ai microfoni di Sky, la vittoria contro i calabresi ma soprattutto ha rivelato il motivo del suo inedito soprannome.

Kessié: “Ecco perché mi chiamano presidente”

Kessié (getty images)

La personalità non gli manca e, anzi, la conferma arriva anche dalle sue parole: “Perché mi chiamano ‘Il presidente’? Mi chiamano così perché sono il presidente della squadra”, ha scherzato Kessié che poi però ha proseguito: “Sono il capo dello spogliatoio. Devo ringraziare Pioli, perché lui è riuscito a dare tutto questo alla squadra. Adesso mentalmente stiamo bene e in campo si vede, tutti lottano su ogni pallone possibile ed è questo spirito che alla fine ti dà la vittoria in ogni partita. Non siamo ancora una big, però dobbiamo continuare su questa strada e dobbiamo lavorare senza montarci la testa e con questo spirito giusto fino alla fine”.

Insomma, non sarà veramente il presidente, ma senza dubbio Kessié è diventato uno dei leader indiscussi del Milan.

L’EX DI UN CALCIATORE INFIAMMA IL WEB

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy